Israele espropria terreni a Gerusalemme per costruire un parcheggio (per le auto degli ebrei)

Gerusalemme (al-Quds) – Infopal. Un responsabile della Municipalità di Gerusalemme ha rivelato che essa ha l’intenzione di espropriare terreni palestinesi nell’area di Sheykh Jarrah per costruirvi un parcheggio per le auto degli ebrei che si recano in visita presso un santuario che sorge nella zona. 

Il responsabile della Municipalità ha affermato che la sua Amministrazione considera l’esproprio un servizio offerto ai visitatori del santuario di Shimon Ha-Tzedek: “Il progetto ha lo scopo di incrementare le visite al santuario, così la decisione di costruire il parcheggio è stata presa dopo che abbiamo constatato che i posti auto disponibili sono davvero pochi”. 

Lo stesso responsabile afferma che “anni fa la Municipalità aveva già autorizzato, previa pianificazione, la costruzione del parcheggio, quindi adesso si tratta solo di rendere esecutiva tale decisione presa nell’interesse generale”.

Egli ha poi aggiunto che “la questione ruota attorno ad un appezzamento di terra privato trasformato in terreno d’interesse pubblico nel quadro di un progetto più ampio che prevede anche la costruzione di un albergo. È in questo contesto che è stato individuato un terreno adatto alla costruzione di un parcheggio per i visitatori del santuario di Shimon Ha-Tzedek”.

I palestinesi di Gerusalemme, invece, considerano questo esproprio come parte integrante di un progetto volto a giudaizzare il quartiere, oggi arabo, che in effetti comprende anche la costruzione di un albergo. Tuttavia, i proprietari del terreno hanno fatto sapere che non rinunceranno mai alla loro terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.