Israele ha bloccato il rifornimento di carburante per protestare contro l’apertura della frontiera con l’Egitto.

Tel Aviv – Infopal

Fonti di informazione arabe hanno riferito che il governo di occupazione israeliano ha interrotto il rifornimento di combustibile e di gas alla Striscia di Gaza a causa dell’apertura della frontiera con l’Egitto.

Da parte sua, il ministero degli esteri israeliano ha dichiarato che Israele aspetta che l’Egitto risolva il problema del passaggio di decine di migliaia di abitanti della Striscia di Gaza.

Il portavoce del ministero degli esteri israeliano ha aggiunto che gli accordi che riguardano le frontiere prevedono la responsabilità egiziana.

Un responsabile israeliano ha aggiunto che "quanto sta accadendo alla frontiera tra Gaza e Egitto è una pericolosa violazione della sicurezza", sottolineando che "la libertà di movimento dei palestinesi tra Egitto e Striscia di Gaza rappresenta un grande pericolo per la sicurezza". Meglio tenere in gabbia i palestinesi, allora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.