Jihad islamico a Abbas: fermate tutte le trattative con Israele.

Jenin – Infopal

Il movimento del Jihad Islamico ha chiesto alla dirigenza palestinese a Ramallah di fermare ogni forma di trattative con le autorità di occupazione israeliane, di tenere in considerazione la situazione interna palestinese e ricucire la spaccatura nazionale.

Uno dei dirigenti del Jihad in Cisgiordania, Abdelfattah Khuzaima, ha dichiarato: "Inviamo un messaggio ai dirigenti dell’Anp chiedendo loro di fermare tutti gli incontri con i generali della guerra, con gli assassini dei nostri figli. Domandiamo loro di dare più importanza alla sofferenza del nostro popolo per causa dell’occupazione. Confermiamo la necessità di riunire le forze palestinesi per saldare la spaccatura interna e affrontare il nemico sionista".

Il dirigente ha sottolineato con forza che "parlare di tregua di fronte alle eliminazioni fisiche dei nostri combattenti e figli del popolo è irragionevole. Nessuno deve accettare una tregua sotto la pioggia di fuoco e di missili che fanno a pezzi i corpi dei palestinesi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.