Knesset approva una legge per la revoca dell’assicurazione nazionale

An-Nasira (Nazareth) – Arab48, Ynet, InfoPal. Il comitato ministeriale per gli Affari legislativi della Knesset si è riunito ieri per discutere l'approvazione di una legge per la revoca del 50% delle sovvenzioni assicurative ai palestinesi condannati per aver preso parte a operazioni contro obiettivi israeliani.
La legge è stata approvata.

I benefici dell'assicurazione nazionale sono pensioni, assistenza previdenziale e, genericamente, i finanziamenti statali.

I cittadini colpiti sono i palestinesi cittadini di Israele, titolari di documento d'identità israeliano, il quale dovrebbe dar diritto a questi benefici di natura finanziaria.

Il disegno di legge è stato presentato dai deputati di Yisrael Beiteinu David Rotem e Robert Ilatov, mentre l'autorità per la revoca dell'assicurazione nazionale spetta al ministero dell'Interno, Eli Yishai. A coloro che saranno investiti da questa misura legislativa viene riconosciuta la possibilità di presentare appello.

Si tratta di una manovra che rientra tra le leggi miranti a garantire a Israele “nessuna cittadinanza senza la lealtà”, e il sito “Arab 48”, espressione dell'informazione dei palestinesi che risiedono in Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr) ha definito l'ultima legge “un'altra manifestazione del razzismo del governo israeliano”.

Infatti, non saranno colpiti unicamente coloro sui quali pende una condanna per “terrorismo”, ma pure i relativi familiari.

Nelle conclusioni del disegno di legge si afferma: “Questa legge metterà fine a una situazione assurda nella quale (chi ha compiuto atti di terrorismo, ndr) ha potuto godere del medesimo status dei civili che ha colpito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.