La Mavi Marmara ritorna a Istanbul, pronta a ripartire con la Freedom Flotilla

Istanbul – Press Tv e InfoPal. Ha viaggiato attraverso il mare di cui porta il nome, prima di arrivare a casa. E' stato qui, allo stesso porto, che la Mavi Marmara partì per una missione di carità verso Gaza, sette mesi fa.

Quello sforzo, soprannominato “Freedom Flotilla”, con 7 navi in tutto, fu attaccato in acque internazionali dai militari israeliani. 9 attivisti furono uccisi, tra cui 8 turchi e un cittadino statunitense, e quasi 60 altri furono feriti.

Mentre entrava nel porto di Sarayburnu, la Mavi Marmara era accolta da migliaia di sostenitori. Ma le celebrazioni erano velate di tristezza, per la presenza delle famiglie delle persone uccise. Esse, tuttavia, hanno appoggiato il tentativo di rompere l'assedio israeliano contro Gaza.

Tra la fossa c'erano alcune centinaia di volontari di tutto il mondo che erano a bordo della nave attaccata.

Israele continua a insistere che l'attacco militare è stato corretto, e che gli organizzatori della flotilla volevano un confronto. Ma tali affermazioni sono state bollate come ridicole dagli attivisti che erano a bordo delle navi.

Una recente (settembre 2010, ndr) missione d'indagine dell'Onu ha concluso che l'attacco israeliano ha violato sia le leggi umanitarie internazionali sia quelle sui diritti umani, e ha tradito un inaccettabile livello di brutalità.

L'incidente ha anche minato le relazioni tra la Turchia e Israele, con il governo turco che continua a chiedere a Israele di scusarsi.

L'organizzazione caritatevole turca, Ihh, continua la sfida: ha organizzato il contingente turco della flotilla, compresa la Mavi Marmara, e ha promesso di mandare una flotta ancora più grande di navi, nel maggio del 2011.

Israele insiste che i suoi commando stavano affrontando una grave minaccia, quando hanno aperto il fuoco dentro quella nave. Ma il racconto è stato messo in discussione da ogni singolo passeggere a bordo. E Bulet Yildirim, il presidente della Ihh, ha detto che ora la nave non solo è un simbolo della coscienza umana, ma anche della libertà.

Video: http://www.presstv.ir/detail/157311.html

Articoli e approfondimenti sulla Freedom Flotilla: https://www.infopal.it/categorie.php?id=53

http://www.youtube.com/watch?v=lOp6iAujRZ8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.