La presidenza del Clp: sconcertati per le richieste del Segretario di Stato Usa.

Gaza – Pic. Il presidente del Consiglio legislativo palestinese esprime sconcerto per la posizione del Segretario di Stato Usa Hillary Clinton, che  il 31 ottobre, a Abu Dhabi, ha incontrato il presidente uscente dell'Anp, Mahmoud Abbas.

La Clinton ha invitato Abbas a riprendere gli inutili negoziati con gli occupanti sionisti, senza però che vengano poste condizioni riguardanti il 'congelamento' dei nuovi insediamenti.

La presidenza del Clp, in un suo comunicato, afferma che questa posizione rappresenta un marcia indietro rispetto alle promesse dell'Amministrazione statunitense, che aveva associato la ripresa dei negoziati allo stop degli insediamenti.

“Questa posizione è la stessa della precedente Amministrazione Bush, che ha provocato nella nazione araba e islamica una forte ostilità verso gli Usa”.

Nel comunicato si mette inoltre in guardia dallo sfruttamento che gli occupanti possono fare di certe 'rinunce' come copertura per i crimini e le aggressioni contro il popolo palestinese e moltiplicare così i loro attacchi contro la città occupata di Gerusalemme e la santa Moschea al-Aqsa.

Infine, il presidente del Clp ha invitato l'Anp e il suo presidente uscente Abbas a non appiattirsi sulle posizioni americane, utili solo agli occupanti sionisti, affermando che l'unità nazionale costituisce l'unico mezzo per affrontare l'alleanza tra gli Usa e i sionisti ed i suoi piani in Palestina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.