L'intelligence israeliana fa autocritica.

Il sito dell’intelligence israeliana, Debka.com, ha dichiarato che i palestinesi che ieri hanno eseguito l’operazione militare contro la postazione militare, indossavano uniformi militari israeliane e trasportavano mitragliatri M16. Il commando ha ucciso 3 soldati israeliani, ne ha catturato 1 e feriti diversi altri.

Nel sito si legge che la cellula palestinese è entrata nel tunnel il 24 giugno e vi è rimasta per 24 ore. E accusa l’ala militare di Hamas, Izzeddin Al -Qassam, di stare dietro l’attacco, e il leader di Al-Qassam, Abu Shamalah, di essere il diretto responsabile. Il sito parla anche del clamoroso fallimento dell’intelligence  israeliana nel valutare il livello dell’assalto. E aggiunge che gli israeliani non erano consapevoli della cattura del soldato: l’hanno scoperto solo dopo che la cellula palestinese ne ha informato i giornalisti.

Secondo il sito, i leader politici in Ramallah e Gerusalemme si aspettano che il militare venga rilasciato entro un paio di giorni, in cambio delle garanzie della fine della politica di assassinii mirati israeliani.

Il sito menziona Hamed Ar-Rantissi, il nipote del leader di Hamas assassinato da Israele nel 2004, come uno degli esecutori dell’attacco.

(Fonte: www.maannews.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.