L’Istituto Israeliano di Statistica: ‘Ventimila israeliani hanno lasciato Gerusalemme nel 2009’

Nazareth – Infopal. L'Istituto Centrale di Statistica di Israele, occupandosi del numero degli abitanti di al-Quds (Gerusalemme), in occasione del “Giorno di Gerusalemme” ha rivelato che nel 2009 19.800 israeliani hanno abbandonato la città, mentre nello stesso anno sono 12.800 quelli che sono andati ad abitarvi.

Il 21% degli abitanti israeliani della città – secondo quanto da essi affermato – sono atei.

I nuovi nati nel 2009 sono 14.000, da suddividere percentualmente in parti uguali tra palestinesi ed israeliani. Dal 1998 ha preso a salire la percentuale delle nuove nascite tra gli ebrei a Gerusalemme, mentre è scesa quella tra i palestinesi.

Il medesimo rapporto statistico ricorda che al-Quds (Gerusalemme) è la città più densamente abitata, con 774.000 abitanti, di cui 488.000 ebrei (63%), 261.000 musulmani (34%) e 15.000 cristiani (2%).

Il 60% degli abitanti della città vive nella parte orientale, annessa nel 1967 allo Stato israeliano: qui gli ebrei sono il 42% e i palestinesi il 58%.

Dopo la pubblicazione di questo rapporto, il sindaco di Geursalemmme (al-Quds), Nir Barakat, ha detto che è a conoscenza di questi dati e consapevole della loro portata, per questo da quanto s'è insediato ha intrapreso vari passi per porre un limite a quella che gli israeliani chiamano “emigrazione negativa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.