L’Unrwa: assurdo il divieto israeliano d’introdurre articoli di cancelleria nella Striscia di Gaza.

Gaza – Infopal. L’Agenzia dell’Onu che si occupa dei rifugiati palestinesi, l’Unrwa, ha rinnovato gli appelli alle Autorità israeliane affinché lascino passare nella Striscia di Gaza gli articoli di cancelleria e i libri necessari a una popolazione di un milione e mezzo di persone assediate da un embargo imposto con la forza.

Adnan Abu Hasana, portavoce dell’Unrwa nella Striscia di Gaza, ha affermato che “centinaia di migliaia di bambini soffrono della mancanza di articoli di cancelleria necessari per i loro studi”.

Egli ha poi aggiunto che anche se giungessero in parte questi materiali essi sarebbero troppo cari, quindi le famiglie non potrebbero acquistarli a causa della loro situazione economica disastrosa, che vede un innalzamento incredibile della disoccupazione e della povertà in genere.

Abu Hasana è sbalordito dal divieto opposto dalle Autorità occupanti israeliane all’ingresso della cancelleria scolastica nella Striscia di Gaza: “Che legame c’è tra gli articoli di cancelleria, i libri di scuola e la ‘sicurezza’ israeliana? Tutto ciò non ha alcun senso ed è perciò inaccettabile!”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.