Manifestazione dei passeggeri della nave USA davanti ambasciata americana ad Atene

Oggi, 1° luglio, alle ore 11,30 locali, i passeggeri di “The Audacity of Hope” protesteranno davanti all'ambasciata Usa ad Atene

 

I passeggeri di “Audacity” manifesteranno davanti all’ambasciata statunitense ad Atene per chiedere a Hillary Clinton di ritirare il sostegno espresso verso un attacco israeliano: “Difendersi da cosa?”

 

1° luglio 2011

 

Atene – I passeggeri americani della nave diretta a Gaza hanno organizzato una protesta davanti all’ambasciata Usa ad Atene per chiedere al Segretario di Stato Usa Hillary Clinton e ad altri dirigenti americani di spiegare le dichiarazioni fatte in sostegno a un attacco militare israeliano contro attivisti disarmati che saranno a bordo di “The Audacity of Hope”.

 

Essi intendono sollecitare il Segretario di Stato Hillary Clinton a intervenire invece a protezione dei pasaggeri di “The Audacity of Hope” come era stato chiesto da sei membri del Congresso Usa. [1]

 

La manifestazione si svolgerà oggi ad Atene, alle 11,30 locali, davanti all’ambasciata americana ad Atene, in via Vasilissis Sophias, 91.

 

Il 23 giugno scorso, il Segretario di Stato Hilllary Clinton aveva affermato che la Freedom Flotilla diretta a Gaza, “entrando in acque territoriali israeliane, avrebbe provocato una reazione, riconoscendo così a Israele il diritto a difendersi”. [2]

Ma la Floitlla è stata chiara: “Non abbiamo nessuna intenzione di entrare in acque israeliane”.

 

Il 24 giungo, il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Victoria Nuland, aveva affermato che “coloro che intendono rompere il blocco marittimo di Israele su Gaza sono degli irresponsabili e le loro sono azioni di provocazione mettono a rischio la vita dei passeggeri”. [3]

Queste dichiarazioni danno a intendere che ufficiali americani sono impegnati a rimproverare attivisti pacifisti nell'eventualità in cui venissero attaccati dall'esercito israeliano, piuttosto che riservare parole di biasimo per il governo di Israele.
I passeggeri americani chiedono a Clinton e al resto dei dirigenti americani di chiarire cosa intendono per “minacce poste da civili disarmati e pacifisti all'esercito israeliano equipaggiato dagli Stati Uniti”. 
La lista dei passeggeri di “The Audacity of Hope, con immagini, biografie e collegamenti ai loro comunicati, è disponibile sul web [4] e ieri i passeggeri hanno aperto la nave alle ispezioni dei media greci e internazionali.

“Il nostro viaggio è del tutto trasparente”, ha dichiarato Robert Naiman, tra i passeggeri della nave statunitense. “Chiunque sostiene che 'trasportiamo a bordo dei 'terroristi', vada a controllare la lista di passeggeri disponibile sul web e poi ci faccia sapere chi sono i 'terroristi'. E' l'operaio discendente di una famiglia sopravvissuta all'Olocausto o il musicista Jazz padre di 5 figli? O forse è qualcuno tra gli ex membri dell'esercito statunitense oppure l'infermiera dalla California?”
1. Lettera al Segretario di Stato Usa per chiedere di “fare qualunque cosa nel rispetto della propria autorità” per “assicurare la protezione dei cittadini statunitensi a bordo”, 24 giugno 2011
2. “Riflessioni sulla conversazione con il segretario agli Esteri delle Filippine, Albert del Rosario”, Hillary Rodham Clinton, Segretario di Stato, 23 giugno 2011
3. “Dichiarazione su Gaza 'Anniversario' della Flotilla,” Dichiarazione di Victoria
Nuland, portavoce del Dipartimento di Stato, 24 giugno 2011
4. “I passeggeri a bordo di 'The Audacity of Hope'”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.