Militari israeliani arrestano una donna palestinese che rifiuta una ‘ispezione corporale’ e picchiano un bambino.

Hebron – Pic. Le forze d’occupazione israeliane hanno trattenuto nella notte di martedì, nel centro di al-Khalil (Hebron), una donna palestinese che si era rifiutata di farsi fare una “ispezione corporale”.

I militari israeliani hanno ordinato a Umm Wisam Duweysh di spogliarsi per una perquisizione, ma al suo rifiuto – sebbene i soldati abbiano tentato di obbligarla con la forza – è stata arrestata, picchiata e trasferita in una stazione di polizia del vicino insediamento ebraico (illegale) di Kiryat Arba.

Nel frattempo, i militari israeliani hanno picchiato un bambino di 10 anni a Deyr al-Ghusun, nella provincia di Tulkarem, trattenendolo per 11 ore con il pretesto che aveva partecipato ad una marcia contro il Muro. Fonti locali affermano che Husam Mihana, di 10 anni, è tornato dalla sua famiglia con lividi su tutto il corpo e ha raccontato ai suoi genitori che due militari l’hanno picchiato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.