Nella Striscia entrano aiuti umanitari, medicine e medici.

 

Gaza – Infopal. Questa mattina, le autorità israeliane hanno permesso l’entrata nella Strisica di Gaza di aiuti umanitari, alimentari e sanitari.

Inoltre, 42 feriti gazesi hanno attraversato il valico di Rafah verso l’Egitto per ricevere cure mediche.

Reppresentanti dell’ambasciata palestinese al Cairo si sono recati nella parte egiziana del valico di Rafah per coordinare gli sforzi umanitari.

49 medici provenienti da Russia, Canada, Gran Bretagna, Giordania, Egitto, Bahrain, Grecia, Irlanda sono entrati nella Striscia per dare il cambio ai colleghi palestinesi stremati; inoltre, sono state trasferite 140 tonnnellate di medicine e attrezzature sanitarie, comprese 13 ambulanze, giunte dal Marocco, dal Qatar, dal Bahrain e dall’Egitto.

Sono arrivate a Gaza anche 401 tonnellate di cibo donate da Libia, Marocco, Oman e Giordania.

Organizzazioni civili egiziane hanno offerto ai palestinesi della Striscia 11.850 lenzuoli.

Dai valichi israeliani sono entrate 90 tonnellate di alimenti, mandate dalla Libia, 50 ton. di farina e 40 di riso.

La radio israeliana ha riferito che Israele autorizzerà anche l’ingresso dal valico di Nahel Oz, a est della città di Gaza, del carburante industriale necessario per il funzionamento della centrale elettrica.

Le autorità di occupazione hanno aperto il passaggio di Karm Abu Salem permettendo l’ingresso di diversi camion carichi di aiuti umanitari dell’agenzia delle Nazioni Unite “UNRWA” e delle organizzazioni internazionali operanti nella Striscia di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.