Parlarmentare greco restituisce regalo a ambasciata israeliana.

Mentre noi abbiamo i Frattini e i Fassino, in Grecia ci sono i Pangalos.

Theodoros Pangalos, membro del parlamento greco, socialista, ha restituito i regali offertigli dall’ambasciatore di Israele…


L’ambasciata di Israele ha mandato a Theodoros Pangalos,  membro del parlamento greco,  tre bottiglie di vino offerte in regalo per le feste.
Theodoros Pangalos ha restituito il regalo all’ambasciatore con questa lettera:
Caro signor Ambasciatore,

Grazie per le tre bottiglie di vino che mi ha inviato come auguri delle festività.
Auguro a lei, alla sua famiglia e ai membri dell’ambasciata un
felice nuovo anno. Buona salute e progresso a voi tutti.
Ho notato con rammarico che il vino che mi avete donato è stato prodotto nelle Alture del Golan. Ho sempre saputo, sin da quando ero molto giovane, che non si deve rubare e non si devono accettare i prodotti di un furto. Così ora non posso accettare questo regalo e devo restituirvelo.

Com’è noto, il vostro paese occupa illegalmente le Alture del Golan che appartengono alla Siria, secondo il diritto internazionale e le numerose decisioni della Comunità internazionale.

Colgo l’opportunità di esprimere la mia speranza che Israele otterrà sicurezza all’interno di frontiere riconosciute e che le attività terroristiche contro il suo territorio, da parte di Hamas o di chiunque altro, saranno contenute e rese impossibili; inoltre, spero che il vostro governo cessi di praticare la politica della punizione collettiva applicata su scala totale da Hitler e dai suoi eserciti.

Le azioni come quelle che attualmente esercitano i militari di Israele a Gaza, ricordano gli olocausti dei greci a Kalavrita, Doxato, Distomo e certamente nel ghetto di Varsavia.

Con questi pensieri, permetta che esprimo a voi e ai cittadini israeliani i miei auguri, e a tutta la gente della regione.

Athens, 30/12/2008
Theodoros Pangalos, Member of Parliament (Greece)
– E-mail: pangalos@otenet.gr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.