Presto 2 mila ettari di terra palestinese confiscata all’interno di Israele

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Un rappresentate delle comunità palestinesi all'interno di Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr), ha lanciato l'allarme sulla minaccia delle prossime confische annunciate dalle autorità israeliane ai danni delle proprietà palestinesi.

Oltre 2 mila ettari di terreni palestinesi saranno, infatti, confiscati da Israele nell'area di Wadi 'Arah, punto strategico di collegamento della costa da nord a sud all'interno del Paese.

Il progetto mira all'ampliamento della località israeliana di Harish.

Zeidan Badran, esponente locale, ha ammonito i residenti palestinesi a non cedere alle confische.

“Anche questo, – ha spiegato Badran, – rientra nella politica istituzionale di Israele, è una politica razzista diretta ad ebraicizzare l'intera area e a cancellare esistenza e identità palestinesi attraverso questi progetti di insediamento i quali, all'attuale stato dei fatti, sono tutt'altro che graduali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.