Rapporto del Pchr: attacchi israeliani ai pescatori di Gaza

PCHR
Palestinian Centre for Human Rights 

Il settore della pesca nella regione

 

Fin dalla metà del 2009, un numero sempre maggiore di pescatori e di altri tipi di lavoratori della Striscia di Gaza ha preso a lavorare nel settore della pesca. Questo aumento è il risultato degli alti livelli di disoccupazione di cui soffre il mondo del lavoro palestinese, che ha conosciuto il declino di tutti gli altri settori. Centinaia di operai e pescatori che in passato abbandonarono l'industria della pesca a causa degli attacchi israeliani lungo le coste di Gaza hanno recuperato il loro impiego. Secondo le statistiche fornite dal Sindacato dei pescatori locale, dall'inizio di quest'anno il totale di occupati nel settore della pesca è salito da 7.457 a 8.200 tra pescatori e operai. Questi ammontano in tutto a 50.000 in tutta la Striscia. Dall'inizio del 2010, il numero di pescatori occupati è cresciuto da 3.403 a 3.700, distribuiti geograficamente in questo modo: 200 nel nord, 1.900 a Gaza City, 500 nella Striscia centrale, 700 a Khan Yunis e 400 a Rafah.

È salito anche il numero di mercanti di pesce e appassionati che pescano irregolarmente, passando dai circa 1.000 del 2009 ai circa 2.000 del maggio 2010. Il numero di occupati in lavori associati al settore della pesca è passato dai circa 2.000 dell'anno scorso ai circa 2.500 di quest'anno; si tratta dei fabbricanti e dei manutentori di pescherecci, dei preparatori delle reti da pesca, dei fabbricanti di ghiaccio per la conservazione del pesce, e dei pulitori e rivenditori della merce.

Quest'aumento del numero di pescatori e impiegati nel settore della pesca si riflette sui dati delle attrezzature da pesca possedute. Il numero totale di pescherecci di dimensioni varie è salito da 975 a 1.249, distribuiti nelle diverse aree della Striscia di Gaza nel modo seguente:

 

Tabella I: Numero di pescatori e attrezzi da pesca, maggio 2010

Area

Numero di pescatori

Numero d'imbarcazioni

Striscia di Gaza Settentrionale

200

275

Gaza City

1900

582

Striscia di Gaza Centrale

500

170

Khan Yunis

700

107

Rafah

400

115

Totale

3700

1249

 

Attacchi israeliani contro i pescatori palestinesi

 

Tra l'1 gennaio e il 30 aprile scorsi, si è verificato un aumento significativo delle aggressioni israeliane ai danni dei pescatori palestinesi della Striscia di Gaza. Il Centro palestinese per i diritti umani (Pchr) ha documentato diciannove attacchi lanciati in mare dalle Forze di occupazione israeliane (Foi) contro i pescatori palestinesi. In nove casi le Foi sono arrivate ad aprire il fuoco, e in due di questi nove casi due palestinesi sono stati feriti. I loro nomi sono Hazem Ahmed Juma'a al-Qur'an, 27 anni, e Yusef Husam al-Habbash, 15, entrambi di Deir al-Balah. Gli attacchi in questione sono avvenuti così:

Alle 09:30 circa dello scorso 25 marzo, le cannoniere israeliane hanno aperto il fuoco contro i pescherecci palestinesi a circa 800 metri dalla costa nord della Striscia di Gaza, di fronte al luogo di villeggiatura di al-Waha (a nord-ovest di Beit Lahia).  Hazem Ahmed Juma'a al-Qur'an, 27 anni di Deir al-Balah (Striscia di Gaza Centrale) si trovava sulla barca – pesantemente danneggiata dall'aggressione – ed è stato ferito alla testa da una scheggia di granata. Alle 9:55 circa, Hazem è arrivato all'ospedale Kamal 'Edwan di Beit Lahia. Fonti mediche dell'ospedale hanno definito le sue condizioni tra il moderato e il grave. Alle 10:45 circa, è stato trasferito all'ospedale Shifa per ricevere ulteriori cure.

Jamil al-Aqra'a, un pescatore presente sulla scena al momento dell'incidente, ha dichiarato al Pchr:

“Le cannoniere hanno aperto il fuoco direttamente verso i pescherecci palestinesi. Per questo Al-Qur'an, che era sulla sua barca insieme ad altri due pescatori, è stato ferito alla testa. Hanno abbandonato le reti in acqua e si sono precipitati a soccorrerlo.”

Lo scorso 21 aprile, le cannoniere israeliane hanno aperto il fuoco contro altri pescherecci al largo della costa di Rafah. Yousef Husam al-Habbash, 15 anni, è stato ferito alla mano destra in seguito agli spari.

Il Pchr ha documentato altri tre attacchi contro i pescatori, nel corso dei quali le Foi hanno anche arrestato undici di loro. Sono stati inoltre registrati sei attacchi contro i pescherecci e le reti da pesca, in quattro dei quali le Foi hanno confiscato quattro pescherecci. Infine, sono stati registrati due casi in cui le Foi hanno interrotto il lavoro dei pescatori distruggendone gli attrezzi.

 

Tabella II: attacchi delle Foi contro i pescatori palestinesi nel 2010

Tipo di azione

Spari

Ferimenti di  persone

Arresti

Confisca degli attrezzi

Distruzione degli attrezzi

Totale

Febbraio

3

2

3

1

9

Marzo

2

1

1

1

1

6

Aprile

3

1

4

Totale

8

2

3

4

2

19


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.