Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane

Rapporto settimanale sulle violazioni israeliane.

PCHR – Centro Palestinese per i Diritti Umani  LTD (non-profit)

 www.pchrgaza.org

_______________________________________________________________

Le Forze di Occupazione Israeliane (Iof) continuano gli attacchi sistematici contro civili e proprietà palestinesi nei Territori Palestinesi Occupati (oPt) 

           Un civile palestinese è stato ferito nella Striscia di Gaza

           Un bambino palestinese è stato ferito in un attacco lanciato congiuntamente dall’ Iof e dai coloni israeliani.

              L’Iof ha usato la forza per disperdere manifestazioni pacifiche commemoranti la Naksa palestinese.[1]

        26 manifestanti, tra cui 11 bambini e una donna, sono stati feriti vicino al checkpoint di Qalandya, a nord di Gerusalemme. 

               L’ Iof ha continuato a usare la forza contro le proteste pacifiche nella West Bank.

        Due palestinesi, tra cui un giornalista, sono stati feriti.

               L’ Iof ha effettuato 38 incursioni nelle comunità palestinesi della West Bank.  

        L’Iof ha arrestato 14 civili palestinesi, tra cui 2 bambini.

        I palestinesi arrestati includono due membri del Plc. 

                L’ Iof ha continuato le attività di insediamento e i coloni israeliani hanno continuato i loro attacchi nella West Bank.

     –        Coloni israeliani hanno incendiato fattorie di grano a Qalqilya.

        Coloni israeliani hanno danneggiato 20 piante di vite e hanno incendiato una fattoria di grano del villaggio di Beit Ummar, a nord di Hebron.

               Israele ha continuato a imporre un assedio totale sulla striscia di Gaza e ha esteso l’assedio alla West Bank.

            L’Iof ha trattenuto un ricercatore del Pchr per molte ore, a nord di Hebron.

        L’Iof ha trattenuto un ricercatore del Pchr a un checkpoint militare nel nord della West Bank e lo ha interrogato sul rapporto annuale del Pchr.

Sommario

Le violazioni israeliane della legge internazionale e della legge umanitaria negli oPt sono continuate durante il periodo riportato (02 – 08 giugno 2011): 

Sparatorie:

Durante il periodo riportato, l’Iof ha ferito 30 civili palestinesi, tra cui 12 bambini e una donna, nella West Bank e nella Striscia di Gaza.  29 di loro sono stati feriti nella West Bank e il trentesimo è stato ferito nella Striscia di Gaza. La maggior parte di loro è stata ferita durante manifestazioni pacifiche.

Nella West Bank, il 02 giugno 2011, un bambino palestinese del villaggio di Fraata, a nord est di Qalqilya, è stato ferito quando un gruppo di coloni dell’insediamento di “Havat Gilad” ha fatto incursione nel villaggio di Fraata e ha incendiato campi di grano e lanciato pietre contro i contadini palestinesi.  I coloni, successivamente, hanno chiamato l’Iof, che è accorso sulla scena per proteggere i coloni.  L’Iof ha iniziato a lanciare gas lacrimogeni e a sparare proiettili di gomma contro i palestinesi.  Asaad al-Tawil, 16 anni, è stato colpito dai gas lacrimogeni all’occhio sinistro.  

L’Iof ha utilizzato eccessiva forza per disperdere manifestazioni pacifiche organizzate in protesta alle attività di insediamento israeliane e alla costruzione del muro di annessione nella West Bank.  Di conseguenza, Khaled Sabarneh, 42 anni, reporter della TV iraniana, è stato ferito dai gas lacrimogeni alla gamba destra e Mousa Ahmed Mohammed Abdul Karim, 45 anni, ha riportato ferite alla testa.

Il 05 giugno 2001, i palestinesi hanno organizzato una manifestazione pacifica per il 44o anniversario dell’occupazione dei territori palestinesi da parte di Israele, chiedendo la fine dell’occupazione.  L’Iof ha utilizzato eccessiva forza per disperdere queste manifestazioni.  Di conseguenza, 26 palestinesi, tra cui 11 bambini e una donna, sono stati feriti.  I paramedici che si trovavano sulla scena hanno riferito ai ricercatori del Pchr, che solo 5 dei feriti sono stati trasferiti all’ospedale di Ramallah per essere curati, mentre gli altri sono stati curati in loco e hanno rifiutato di dare il proprio nome ai paramedici.

In aggiunta, dozzine di civili palestinesi e difensori internazionali dei diritti umani hanno inalato gas lacrimogeni e hanno riportato contusioni in seguito alle percosse dell’Iof, durante le manifestazioni pacifiche nella West Bank.

Nella Striscia di Gaza, un civile palestinese è stato ferito il 07 giugno 2011, quando l’Iof, posizionatosi su torri di osservazione poste sul confine, vicino all’attraversamento di “Erez” di Beit Hanoun, nel lontano nord della Striscia di Gaza, ha aperto il fuoco contro un gruppo di manifestanti palestinesi e internazionali che si trovavano a circa 300 metri dal confine, a nord della facoltà di agricoltura dell’Università di al-Azhar, a nord di Beit Hanoun.

Incursioni:

Durante il periodo riportato, l’Iof ha effettuato almeno 38 incursioni militari nelle comunità palestinesi della West Bank, durante le quali ha arrestato 14 civili palestinesi, tra cui 2 bambini. 

I palestinesi arrestati includono due membri del Palestinian Legislative Council (Plc), del Change and Reform Bloc di Hamas. Essi sono Abdul Rahman Fehmi Abdul Rahman Zidan, 51 anni, del villaggio di Deir al-Ghsoun nel nord di Tulkarm, e Ahmed Ali Ahmed al-Haj Ali, 73 anni, del campo profughi di Ein Beit al-Maa, a est di Nablus.  Anche Hussam Mahmoud Abdul Rahman Khader, 48 anni, ex-membro del Plc del blocco parlamentare di Fatah del campo profughi di Balata, a est di Nablus, e il Dott. Ghassan Nayef Talab Thougan, 54 anni, professore e leader di Hamas, si trovavano tra gli arrestati.

I coloni israeliani attaccano civili e proprietà palestinesi:

I coloni israeliani che vivono negli oPt, violando la legge umanitaria internazionale, hanno continuato a commettere crimini sistematici contro i civili palestinesi e le loro proprietà, sotto la protezione dell’Iof, che ignora le lamentele dei civili palestinesi nei confronti dei coloni. 

Il 02 giugno 2011, un gruppo di coloni dell’insediamento di “Havat Gilad” ha fatto incursione nel villaggio di Fraata, a nord est di Qalqilya, e ha incendiato campi di grano e scagliato pietre contro i contadini palestinesi. I contadini e alcuni palestinesi del villaggio, che sono accorsi in aiuto ai contadini, hanno cercato di allontanare i coloni, ma i coloni hanno chiamato l’Iof, che è giunto sulla scena per proteggere i coloni. L’Iof ha cominciato a lanciare gas lacrimogeni e a sparare proiettili di gomma contro i palestinesi che sono poi stati percossi.  Di conseguenza, un bambino palestinese è rimasto ferito e un altro civile ha riportato ferite alla gamba destra, quando l’Iof l’ha spinto a terra.  Altri 3 palestinesi hanno riportato ferite in seguito all’attacco dei coloni israeliani.

Il 06 giugno 2011, i coloni israeliani dell’insediamento di “Karmei Tzur”, costruito su terre palestinesi a “Khellet al-Kutleh”, a sud del villaggio di Beit Ummar, a nord della città di Halhoul a Hebron, hanno spruzzato prodotti chimici su 20 piante di vite possedute da Ali Ayad Issa Awad, 45 anni.  Le viti, di conseguenza, sono state danneggiate.

Il 07 giugno 2011, i coloni israeliani hanno incendiato una fattoria di grano a nord di Hebron, anch’essa posseduta da Ali Ayad Issa Awad.  Le fiamme hanno danneggiato 2 campi e metà della fattoria.

Il 07 giugno 2011, inoltre, dozzine di coloni israeliani hanno inseguito i pastori palestinesi del villaggio di “Um al-Kheir”, a sud est di Yatta, a sud di Hebron, e hanno impedito loro di abbeverare e pascolare le pecore. L’Iof ha anche trattenuto Belal Mohammed al-Hathalin, del villaggio di “Um al-Kheir”, con l’accusa di aver “portato le proprie pecore in una zona militare”.

Restrizione di Movimento:

Israele ha continuato a imporre l’assedio sugli oPt e ha imposto severe restrizioni al movimento di civili palestinesi nella Striscia di Gaza, nella West Bank e nell’occupata Gerusalemme Est.

Il rapporto completo è disponibile online all’indirizzo:

http://www.pchrgaza.org/portal/en/index.php?option=com_content&view=article&id=7495:weekly-report-on-israeli-human-rights-violations-in-the-occupied-palestinian-territory-02-08-june-2011&catid=84:weekly-2009&Itemid=183

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.