Rassegna stampa del 16 aprile.

Rassegna stampa del 16 aprile.

A cura di Chiara Purgato.

http://www.apcom.net/

M.O/ Clinton: Netanyahu deve dimostrare la sua sincerità

Ed evitare dichiarazione o azioni unilaterali 
Washington, 16 apr. (Apcom) – Il capo della diplomazia americana, Hillary Clinton, ha chiesto al premier israeliano Benjamin Netanyahu, di dimostrare la sua sincerità nel processo di pace palestinese. Netanyahu ha detto di accettare la prospettiva di una soluzione sui due stati ma, ha spiegato Clinton, “facilitare l'accesso e gli spostamenti interni in Cisgiordania, non è sufficiente a dimostrare ai palestinesi la propria sincerità nell'adesione a questi principi”. “Invitiamo Israele a continuare a mettere slancio verso una pace globale, mostrando rispetto per le aspirazioni legittime dei palestinesi, arrestando le attività di colonizzazione e rispondendo ai bisogni umanitari di Gaza”, ha continuato il segretario di stato americano durante una conferenza a Washington. Infine, Clinton ha invitato Israele ad “evitare le dichiarazioni e le azioni unilaterali, in modo particolare a Gerusalemme est”. 

 

http://www.adnkronos.com/IGN/News

M.O.: nave turca sfida embargo Gaza, porteremo aiuti a palestinesi

Istanbul, 13 apr. – (Adnkronos/Aki) – Una ong turca, la Fondazione per i diritti umani, le liberta' e gli aiuti umanitari (IHH), intende inviare una nave di aiuti a Gaza, nel tentativo di rompere l'embargo imposto da Israele. La nave, la 'Mavi Marmara', con una capacita' di 1.080 passeggeri, salpera' il 12 maggio dal porto Haydarpasa di Istanbul e tentera' di recapitare ai palestinesi che vivono sotto embargo nella Striscia di Gaza cibo, cancelleria, libri, medicine, tende, giochi, ma anche materiale come cemento e ferro.

 

http://notizie.virgilio.it/

M.O./ Shalit, il papà del soldato rapito ha scritto a leader Hamas

Noam Shalit ha chiesto a Meshaal di accettare proposta israeliana

Roma, 15 apr. (Apcom) – Noam Shalit, il papà di Gilad Shalit, il soldato israeliano ostaggio di Hamas dal giugno 2006, ha scritto al leader in esilio del gruppo palestinese, Khaled Meshaal, chiedendogli di accettare l'ultima offerta israeliana per uno scambio di prigionieri. Lo riporta il sito web del quotidiano israeliano Haaretz.

Il padre del soldato ha fatto presente al leader di Hamas che la conclusione di un accordo di scambio darà immediatamente sollievo alla popolazione di Gaza, poiché sarà ammorbidito il blocco attuato sul territorio anche in risposta al sequestro di Gilad.

Noam Shalit ha ricordato anche che il Parlamento israeliano ha dato la sua approvazione a un accordo di scambio di prigionieri, che prevederebbe la liberazione di oltre mille detenuti palestinesi che si trovano attualmente nelle carceri israeliani, 450 dei quali indicati indicati direttamente da Hamas. In cambio della loro scarcerazione Hamas dovrebbe liberare il soldato israeliano.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.