Report settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane

Rapporto settimanale del Palestinian Centre for human rights (Pchr) sulla violazione dei diritti umani da parte di Israele nei Territori palestinesi occupati (07 – 13 luglio 2011)

Continuano gli attacchi sistematici delle Forze di Occupazione Israeliane (Foi) contro i civili e le proprietà palestinesi nei Territori Palestinesi Occupati (oPt)

  • Un civile palestinese è stato ucciso dalle Foi nel nord della Cisgiordania.
  • Una donna palestinese è stata ferita dalle Foi nel nord della Striscia di Gaza.
  • Gli aerei da combattimento israeliani hanno attaccato diverse strutture civili nella striscia di Gaza.

Due magazzini industriali e un magazzino di foraggi sono stati distrutti e diverse strutture ed abitazioni civili sono state danneggiate.

– Una donna palestinese è stata ferita.

  • Le Foi hanno continuato ad usare la forza contro le proteste pacifiche in Cisgiordania.

Un bambino palestinese è stato ferito.

-Decine e decine di dimostranti hanno sofferto a causa delle inalazioni di gas lacrimogeni.

  • Le cannoniere israeliane hanno aperto il fuoco contro i pescherecci palestinesi nella striscia di Gaza.
  • Le Foi hanno condotto 47 incursioni nelle comunità palestinesi in Cisgiordania e un’incursione limitata nella Striscia di Gaza.

Le Foi hanno arrestato 12 civili palestinesi, incluso un bambino.

  • Israele ha continuato ad imporre un assedio totale sugli oPt e ha isolato la Striscia di Gaza dal mondo esterno.

Le Foi hanno arrestato 4 civili palestinesi ai posti di controllo militari in Cisgiordania.

  • Le Foi hanno continuato le attività di insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani hanno continuato ad attaccare i civili e le proprietà palestinesi.
  • Le Foi hanno demolito un’officina, una fattoria e un’autorimessa nel villaggio di Al-Jeeb vicino Gerusalemme.
  • Le Foi hanno sradicato e confiscato 600 ulivi nel villaggio di Deir Estia nel nord della Cisgiordania.

Riepilogo

Le violazioni israeliane delle leggi internazionali e umanitarie nei TPO sono continuate durante il periodo del rapporto (07 – 13 luglio).

Scontri a fuoco

Durante il periodo di tale rapporto, le Foi hanno ucciso un civile palestinese nel campo profughi di al-Far’a nel nord della Cisgiordania, mentre cercava di fuggire.

Durante il periodo di questo rapporto, le Foi hanno utilizzato un’eccessiva forza per disperdere le dimostrazioni pacifiche organizzate a protesta contro le attività d’insediamento israeliane e la costruzione del muro di annessione in Cisgiordania. Di conseguenza, un bambino palestinese è stato ferito e decine di civili palestinesi e difensori dei diritti umani internazionali hanno sofferto per inalazione di gas lacrimogeni.

Nella striscia di Gaza, il 9 luglio 2011, una donna palestinese è stata ferita quando i soldati israeliani le hanno sparato dopo essersi avvicinata al confine tra la Striscia di Gaza e Israele. In base a quanto detto dalla sua famiglia, la donna soffre di disordini psicologici.

Durante il periodo del rapporto, le cannoniere israeliane hanno aperto il fuoco contro dei pescherecci palestinesi in due episodi distinti. In uno di questi attacchi, un peschereccio palestinese è stato danneggiato.

Gli aerei da combattimento israeliani hanno lanciato una serie di attacchi aerei contro le strutture civili palestinesi nella Striscia di Gaza, in conseguenza dei quali due officine industriali e un magazzino di foraggi sono stati distrutti e diverse strutture e abitazioni civili sono state danneggiate. Inoltre, una donna palestinese è stata ferita da frammenti di vetro.

Incursioni

Durante il periodo del corrente rapporto, le Foi hanno condotto almeno 47 incursioni militari all’interno delle comunità palestinesi in Cisgiordania, durante le quali hanno arrestato 12 civili palestinesi, incluso un bambino.

Nella Striscia di Gaza, le Foi hanno condotto un’incursione limitata nel sud della striscia di Gaza, durante la quale hanno raso al suolo delle aree della regione palestinese.

Restrizioni alla libertà di movimento

Israele ha continuato ad imporre un attacco serrato sugli OPt e ha imposto diverse restrizioni sulla libertà di movimento dei civili palestinesi nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania, inclusa la Gerusalemme Est occupata.

Striscia di Gaza

Israele tiene costantemente chiusi tutti gli attraversamenti di frontiera per la Striscia di Gaza da oltre tre anni. La chiusura illegale della Striscia di Gaza imposta da Israele, la quale si è intensamente rafforzata dal giugno 2007, ha avuto un impatto disastroso sulla situazione umanitaria ed economica nella striscia di Gaza.

La versione integrale del rapporto è disponibile nel sito del Pchr:

http://www.pchrgaza.org/portal/en/

Traduzione a cura di Lucia Telori

—————————————-

Public Document

For further information please visit our website (http://www.pchrgaza.org) or

contact PCHR’s office in Gaza City, Gaza Strip by email (pchr@pchrgaza.org) or

telephone (+972 (0)8 2824776 – 2825893).

*Office Hours are between 08:00 – 16:00 hours (05:00 GMT – 13:00 GMT) Sun – Thurs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.