Riconciliazione nazionale: delegazione di Hamas al Cairo.

Gaza – Infopal. Questa mattina, una delegazione di Hamas si dirigerà al Cairo, per discutere con i responsabili egiziani del documento programmatico concernente il dialogo nazionale che avrà inizio il 9 novembre.

La delegazione è composta dal dott. Mahmud az-Zahar e dal dott. Khalil al-Hayyah, dirigenti del movimento, che incontreranno il ministro egiziano Omar Sulaiman.

Hamas aveva espresso apprezzamenti per la bozza egiziana, ma aveva avanzato alcune osservazioni.

La bozza egiziana propone: “la formazione di un governo di unità nazionale con poteri limitati”, “la fine dell’assedio", "la gestione degli affari del paese", "la preparazione delle prossime elezioni presidenziali e legislative", "la riforma delle forze di sicurezza su base professionale e nazionale”, “lo sviluppo e ristrutturazione dell’OLP, in quanto rappresentante di tutte le forze e le fazioni palestinesi", "l’elezione di un nuovo consiglio nazionale".

Parallelamente, Hamas ha denunciato l’escalation di arresti politici eseguiti dall’ANP di Ramallah, che prendono di mira i suoi sostenitori in Cisgiordania, e ha chiesto all’Egitto di intervenire per fermare tali operazioni. 

Questa mattina, infatti, il governo Hamas della Striscia di Gaza ha espresso forti dubbi sulla riuscita del dialogo nazionale del Cairo, proprio a causa della politica di arresti e persecuzioni perpetrata ai danni dei propri membri e di altre fazioni della resistenza dalle forze dell’ANP.

Parlando della delegazione inviata in Egitto, il portavoce di Hamas a Gaza, Ismail Redwan, ha dichiarato: "Il messaggio che la delegazione consegnerà ai dirigenti egiziani è che nessun dialogo avrà successo se continueranno la campagna di arresti contro Hamas e la cooperazione tra le forze di sicurezza dell’ANP e quelle israeliane in Cigiordania". 

Il 9 novembre, al Cairo, si incontreranno rappresentanti di 12 fazioni palestinesi, all’interno di colloqui promossi dall’Egitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.