Scadenza 'congelamento insediamenti': i coloni sono pronti ad avviare migliaia di nuove costruzioni illegali in terra palestinese

An-Nasira (Nazareth) – Infopal.  In seguito alle dichiarazioni israeliane, relative ad un possibile congelamento degli insediamenti illegali in Palestina, fonti militari israeliane, confermano l'intenzione dei coloni di continuare le attività di occupazione.

Cisgiordania e al-Quds (Gerusalemme) al centro della minaccia direttamente sferrata da gruppi di coloni che si dicono pronti ad avviare presto campagne di costruzione materiale di nuovi insediamenti nei Territori palestinesi occupati.

Maariv conferma la notizia dei militari che, tra le altre cose, riporta come data prevista per l'avvio delle attività coloniali, il 26 settembre prossimo,  quando l'impegno per il congelamento scadrà.

In Cisgiordania e a Gerusalemme vivono frange estremiste di coloni ebrei organizzati in gruppi che, in momenti come quello attuale, sollevano la propria opposizione al governo israeliano e proseguono con gli insediamenti in terra palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.