Sondaggio: la maggioranza degli israeliani contraria a ritiro dalla WB e da Gerusalemme Est

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Il Centro gerosolimitano per gli Affari pubblici ha pubblicato gli esiti di un sondaggio condotto tra cittadini dello Stato di Israele.

Dal documento reso pubblico emerge che la stragrande maggioranza degli israeliani è contraria a un ritiro dell'esercito d’occupazione israeliano dalle linee di confine occupate nel giugno 1967.

Con riferimento a commenti o a esplicite risposte fornite dagli intervistati, il rifiuto viene descritto nel rapporto come “netto”.

Sono il 77% gli israeliani che hanno espresso la propria contrarietà  a un ritiro dai confini occupati da Israele nel 1967 e la stessa opposizione la si riscontra pure nell'eventualità di uno scambio di territori con i palestinesi.

L’85% degli israeliani ha ammesso di non prendere neanche in considerazione un allentamento del controllo su al-Quds (Gerusalemme), chiedendone invece l’unità sotto la bandiera dello Stato di Israele.

Il 75% degli intervistati si oppone ad una consegna della sovranità alla parte palestinese della moschea di al-Aqsa e dell’intera area sacra.

Infine, i 3/4 dei cittadini israeliani chiede che le forze d'occupazione israeliane restino operative fisicamente sui confini orientali dei Territori palestinesi occupati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.