Trasferito nella clinica della prigione Waridat, prigioniero sofferente in sciopero della fame

Ramallah – InfoPal. Peggiorano le condizioni di 'Atef Waridat, prigioniero palestinese in sciopero della fame dal 12 giugno scorso per il maltrattamento subito e l'isolamento al quale era stato confinato dalle autorità carcerarie.

Oggi Waridat è stato trasferito nella clinica del carcere israeliano di Ramla.

Proprio in reazione alla sua forma di protesta, le autorità carcerarie israeliane avevano inasprito ulteriormente le pratiche di abusi e maltrattamenti contro il detenuto, “per convincerlo a porre fine allo sciopero della fame”, avevano dichiarato dal carcere.

Waridat oggi ha 45 anni, fu arrestato nel 1982, all'età di 16 anni, e aveva scontato una pena carceraria di 11 anni. Rilasciato nel 1993, da allora aveva iniziato a soffrire di una grave patologia al cuore e all'apparato respiratorio.

Nel 2002, il detenuto sofferente fu riarrestato da Israele e condannato a 11 anni e 3 mesi di carcere.

Il 21 giugno scorso, circa 1.500 detenuti palestinesi sofferenti avevano indetto uno sciopero della fame in solidarietà ad 'Atef.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.