Tre cittadini palestinesi morti: due in Cisgiordania e uno tra i bloccati sul valico di Rafah

Fonti mediche palestinesi della città di Jenin, hanno annunciato, questa mattina di lunedì, la morte di un anziana donna (70 anni) sul posto di blocco di Bartaha a sud della città, alla quale è stato impedito il passaggio per raggiungere l’ospedale per le cure mediche.

Altre fonti mediche dall’Ospedale di Ramallah, hanno annunciato, questa mattina, la morte del giovane Mohammad Arib al-Malukh abitante della cittadina Bani Zaid a nord ovest di Ramallah, a seguito delle ferite avute dalle pallottole dei soldati israeliani quattro giorni fa sul passaggio di Atarah a nord di Ramallah, a seguito di una discussione tra il giovane e i soldati di occupazione.

 

Sul valico di Rafah è morto un ragazzo palestinese

Ieri sera, fonti mediche hanno annunciato la morte del ragazzo Abderrahman Ismail Lubad, uno dei bloccati sul valico di Rafah,al  lato dell’Egitto, così sale a 32 il numero dei deceduti sul valico di Rafah da metà giugno ad oggi.

Il dr. Muawiyah Hasanen, direttore del pronto soccorso ha riferito al ministero della Sanità Palestinese che il ragazzo Lubad (17 anni) era malato di cancro e si stava curando all’Istituto Medico Naser in Egitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.