Ucciso un combattente palestinese vicino alla postazione militare israeliana di Kissufim.

Gaza – Infopal

Questa mattina, è stato ucciso un combattente palestinese a seguito di un’operazione congiunte delle Brigate di Resistenza Nazionale, ala militare del Fronte Democratico per la Liberazione della Palestina, e delle brigate del Martire Ahmad Abu ar-Rish, affiliate alle brigate dei Martiri al-Aqsa, ala militare di Fatah.

I resistenti si sono scontrati con i soldati israeliani nella zona della postazione militare Kissufim, nel sud della Striscia di Gaza, e hanno fatto detonare una carica esplosiva.

Durante l’operazione è stato ucciso uno dei combattenti, Ismail Jadallah (25 anni), di Absan, a est di Khan Yunes, mentre l’altro è riuscito a ritirarsi.

Secondo fonti mediche, i soccorritori hanno trasportato il cadavere all’ospedale dei Martiri al-Aqsa, a Deir al-Balah, al centro della Striscia di Gaza.

Le due brigate, in un comunicato congiunto, hanno dichiarato di aver attaccato una jeep militare israeliana con una carica esplosiva e di aver utilizzato bombe a mano e mitragliatori.
Da parte sua, l’esercito israeliano ha affermato che i soldati hanno colpito un palestinese armato che si era avvicinato all’area di sicurezza che divide la Striscia di Gaza da Israele.
Un portavoce dell’esercito ha informato la radio israeliana che l’uomo aveva sparato contro una forza dell’esercito israeliano che si trovava nella zona, che a sua volta ha risposto al fuoco ferendolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.