Ultime da B’Tselem

 

 

   

31.1.2011

 

 

Nella foto: un'immagine della sparatoria di Ni'lin del luglio 2008

'

B'Tselem fiera della trasparenza delle proprie attività
In risposta alla decisione della Knesset di creare una commissione parlamentare “per esaminare le attività delle organizzazioni israeliane impegnate nella raccolta d'informazioni sui militari e rintracciare le loro fonti di finanziamento”, B'Tselem dichiara: siamo orgogliosi della nostra attività di promozione dei diritti umani nei Territori occupati, che portiamo avanti in maniera legale e in totale trasparenza.

Sentenza su Ni'lin: l'esercito deve comprendere la gravità dell'accaduto
In risposta alla sentenza emessa lo scorso 27 gennaio sul caso Ni'lin, B'Tselem ribadisce che il sistema giudiziario militare ignora casi molto più severi, permettendo così che si verifichino episodi simili, e si augura che l'esercito comprenda la severa critica del tribunale nei confronti di quanto è accaduto.

A due anni da Piombo Fuso: indagare è di vitale importanza
B'Tselem richiama per l'ennesima volta Israele affinché conduca un'indagine indipendente ed efficace sui seri sospetti di violazioni dei diritti umani e della legge internazionale commesse durante l'operazione Piombo Fuso a Gaza.

Casi privati: la voce di un uomo
Muhammad Dababsa di Hebron è stato arrestato e picchiato selvaggiamente mentre lavorava illegalmente in Israele. Il trauma gli ha fatto perdere la voce ed ogni speranza di recuperarla – fino all'entrata in scena di un logopedista israeliano.

Dalla mia posizione
In un articolo pubblicato su un importante sito d'informazione israeliano, un operatore di B'Tselem risponde agli attacchi di delegittimazione lanciati contro le organizzazioni umanitarie.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.