Un anno di carcere per Abu Rahme, attivista della resistenza non violenta

Al-Quds (Gerusalemme) – Pal-Info. Ieri, 11 ottobre, la corte militare israeliana di Ofer ha approvato una sentenza carceraria di un anno per 'Abdallah Abu Rahma, coordinatore del comitato popolare contro il Muro d'Apartheid e le colonie israeliane nei Territori palestinesi occupati (oPt).

La corte ha riconosciuto Abu Rahma colpevole di atti di provocazione e di resistenza al Muro, sebbene sia stato costruito in piena terra palestinese.

Abu Rahme era stato arrestato proprio in concomitanza di una delle proteste settimanali non violente in Cisgiordania, nel villaggio di Bi'ilin (Ramallah).

Già lo scorso dicembre, era stato detenuto per tre volte con l'accusa di incitamento contro l'occupazione e per il proprio attivismo all'interno dell'organizzazione delle manifestazioni contro il Muro e le colonie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.