Un morto e 12 feriti in nuovi scontri tra la polizia palestinese e la famiglia Hillis, a Gaza.

Gaza – Infopal

Fonti ospedaliere palestinesi hanno reso noto che due palestinesi sono rimasti uccisi questa mattina a seguito degli scontri tra la polizia palestinese e la famiglia Hillis. 12 feriti in nuovi scontri tra la polizia palestinese e la famiglia Hillis, nel quartiere Ash-Shuja’iyah, a est della città di Gaza.Le fonti hanno dichiarato a Infopal che gli scontri sono scoppiati nuovamente questa mattina e hanno causato un morto e più di 12 feriti, e hanno sottolineato che i soccorsi stanno incontrando notevoli difficoltà a raggiungere la zona degli scontri  a trasportare i feriti in ospedale a causa delle tante barriere.

Muhammad As-Susi, 13 è stato raggiunto da una pallottola alla testa.

La famiglia Hillis ha annunciato la morte del loro congiunto, Muhammad Hillis.

Gli scontri tra la polizia palestinese e la famiglia Hillis sono scoppiati mercoledì sera e hanno portato alla morte di 5 persone e al ferimento di oltre 20. Giovedì mattina, era stata raggiunta una tregua con la mediazione dei Comitati di Resistenza popolare.
Da parte sua, la famiglia Hillis ha accusato Hamas della responsabilità dell’uccisione dei suoi tre figli durante i precedenti scontri.
In un comunicato, gli Hillis hanno dichiarato di essere una famiglia di resistenti e non di fuorilegge e che le loro armi sono "pulite e dirette solo contro il nemico israeliano".
La famiglia ha aggiunto che "il sangue del popolo, al di là dell’appartenenza e dei nomi, rappresenta un confine invalicabile. Se prevale la legge e l’ordine potremo evitare al nostro popolo tutte queste disgrazie".
Da parte sua, Ihab al-Ghasin, portavoce del ministero degli interni, ha confermato la ripresa degli scontri tra la polizia palestinese e la famiglia Hillis, la richiesta di ritirare tutte le armi di cui questa è dotata, e di arrestare i fuorilegge.
In una dichiarazione ai media, Al-Ghasin ha affermato che "le cattive intenzioni dei membri della famiglia Hillis si vedevano già ieri sera, attraverso il posizionamento di posti di blocco e di cariche esplosive", e ha aggiunto che il suo ministero "cerca mediatori per riportare la famiglia Hillis al rispetto della tregua".
Al-Ghasin ha spiegato che "all’alba di oggi la famiglia ha teso una trappola ai membri delle Brigate al-Qassam sparando contro di loro". E ha aggiunto che un componente della famiglia Hillis è morto mentre stava tentando di lanciare una bomba RPG contro le Brigate Qassam. La bomba è esplosa prima del lancio, uccidendolo.
Al-Ghasin ha sottolineato che la polizia intende applicare la legge e imporre l’ordine con meno perdite possibile, ma che "i fuorilegge insistono ad usare la forza": "Il problema della famiglia Hillis, come per altre, è che si sono abituate a essere al di sopra della legge, ma ora la situazione è diversa, dopo la presa di controllo di Hamas sulla Striscia di Gaza: non permetteremo a nessuno di violare la legalità".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.