Il coordinamento italiano chiede protezione a Gianni Letta e annuncia la partenza della nave italiana

Il Coordinamento italiano chiede protezione a Gianni Letta e annuncia la partenza della nave italiana.

http://www.freedomflotilla.it/2011/06/25/il-coordinamento-italiano-chiede-protezione-a-gianni-letta-e-annuncia-la-partenza-della-nave-italiana/

COMUNICATO STAMPA

Roma, 24 giugno 2011

La Freedom Flotilla 2 – Stay Human, sta per salpare verso la striscia di Gaza. 

L’iniziativa internazionale porterà circa 10 imbarcazioni in acque internazionali, senza mai toccare le acque territoriali israeliane, e cercherà di portare aiuti e di  rompere il  blocco che sta determinando una grave crisi umanitaria per un milione e mezzo di palestinesi assediati dall’esercito israeliano da oltre 4 anni.

 Molti cittadini italiani stanno per salire sulla “Stefano Chiarini”. Tra essi ci saranno giornalisti e rappresentanti della società civile decisi a portare aiuto e solidarietà alla popolazione di Gaza e a diffondere le informazioni su quanto avverrà durante la navigazione.

La tensione è alta, e lo è anche il coraggio di chi si sta imbarcando, viste le minacce della Marina Militare israeliana che ha annunciato l’intenzione di ricorrere alla forza per fermare le navi, nonostante queste non entrino nelle sue acque territoriali.

Stiamo premendo sulle istituzioni italiane affinché sia garantita l’incolumità di tutti i passeggeri e affinché  mandino un messaggio di “attenzione” al governo israeliano ricordando che anche la sola minaccia contro pacifici  cittadini, essendo totalmente illegale, è un reato.

A tal proposito, ci siamo rivolti all’On. Gianni Letta, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, affinché le istituzioni e il Governo italiano facciano quanto in loro potere per richiamare Israele al rispetto delle norme internazionali non macchiandosi nuovamente del reato di pirateria e di strage come avvenuto lo scorso anno.

Stiamo attivando canali di mobilitazione in tutto il Paese per sostenere la missione umanitaria della Freedom flotilla e ci mobiliteremo in tutte le forme giuridicamente possibili, in Italia in Europa e in America se i governi democratici dell’Occidente non saranno in grado di fermare eventuali azioni criminose minacciate da Israele.

Per diffondere le informazioni è già attivo l’Ufficio Stampa della Flotilla, freedomflotillaitalia@gmail.com , e un info point che sarà anche punto di riferimento per la mobilitazione a sostegno della missione, a Roma in Via Baldassarre Orero 61.

La lettera all’on.Gianni Letta

Ufficio stampa FreedomFlotilla Italia 
contatti :  338 1521278,    333 5601759

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"