Rapporto settimanale sulle violazioni israeliane nei TO

Gaza-PCHR. Rapporto settimanale sulle violazioni israeliane nei Territori palestinesi occupati. (21-27 febbraio 2019).

  • Le forze israeliane hanno continuato a far uso di forza eccessiva contro i manifestanti pacifici nella Striscia di Gaza.
  • Le forze israeliane hanno ucciso un minore palestinese a Gaza est.

– Sono stati feriti 117 civili, tra cui 19 minori, otto donne, un giornalista e un paramedico. Le ferite di tre di loro sono gravi.

  • Le forze israeliane hanno condotto 81 incursioni nelle comunità palestinesi in Cisgiordania e 2 nella Striscia di Gaza.

– Quattro civili palestinesi, tra cui un minore e un giornalista, sono stati feriti in fatti diversi in Cisgiordania.

– 128 civili, tra cui quattro minori, sono stati arrestati in Cisgiordania. Trentasette di loro, tra cui un minore, sono stati arrestati nella Gerusalemme occupata.

– Tra gli arrestati ci sono il governatore di Gerusalemme, i due leader Khader Adnan e Tareq Qa’dan, e i due sceicchi  Abed al-‘Azim Suhlob e Najeh Bakirat.

– Due civili palestinesi sono stati arrestati mentre si nascondevano in Israele.

  • Si riportano attacchi contro contadini e pastori palestinesi nelle aree di confine della Striscia di Gaza ma non si segnalano feriti.
  • Le autorità israeliane hanno proseguito nelle attività di insediamento in Cisgiordania.

– Le forze israeliane hanno sradicato 350 piantine di olivo mentre i coloni israeliani hanno sradicato altre 200 piantine a Hebron.

– I coloni israeliani hanno attaccato 2 civili e hanno bucato le gomme di 10 veicoli.

  • Si segnalano 11 sparatorie contro le barche da pesca nel mare della Striscia di Gaza.
  • Le forze israeliane hanno diviso la Cisgiordania in cantoni e hanno continuato a imporre la chiusura illegale alla Striscia di Gaza per il 13° anno consecutivo.
  • Le forze israeliane hanno istituito 103 check point permanenti e 80 check point temporanei in Cisgiordania.
  • 2 civili sono stati arrestati ai check point militari in Cisgiordania.

Riassunto.

Le violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto internazionale umanitario nei Territori Palestinesi Occupati sono continuate durante il periodo di riferimento (21-27 febbraio 2019).

Colpiti.

Nella Striscia di Gaza, le forze israeliane hanno continuato a usare la forza letale contro i partecipanti alle proteste pacifiche organizzate lungo i confini della Striscia di Gaza, che hanno visto le proteste pacifiche per la 48ª settimana lungo l’area est e nord della Striscia di Gaza. Hanno continuato a usare la forza anche durante le incursioni in Cisgiordania.

Nella Striscia di Gaza, le forze israeliane hanno ucciso un minore palestinese e ferito 117 civili, tra cui 19 minori, 8 donne, un giornalista e un paramedico, mentre partecipavano alla Marcia del Ritorno. La ferita di tre di loro è grave. In Cisgiordania, 4 civili, tra cui un minore, sono stati feriti dalle forze israeliane in attacchi diversi.

Nella Striscia di Gaza, in un nuovo crimine per uso eccessivo della forza, il 22 febbraio 2019, le forze israeliane hanno ucciso Yousef al-Dayiah (14 anni), del quartiere al-Zaytoun, nella zona est della città di Gaza. Yousef è stato ferito alle 16:50 circa, colpito da una pallottola a 50 metri dalla barriera di confine, a est del quartiere al-Shuja’aiyia. La sua morte è stata dichiarata alle 18:10.

Nello stesso contesto, le forze israeliane hanno ferito 117 civili, tra cui 19 minori, 8 donne, un giornalista e un paramedico. Le ferite di tre di loro sono gravi.

Traduzione per InfoPal di Edy Meroli

 

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"