Sette famiglie palestinesi perderanno le case a causa di demolizioni israeliane

Gerico-PIC. Le forze d’occupazione israeliane hanno ordinato a sette famiglie palestinesi, nel campo profughi di Aqabat Jaber, vicino all’ingresso sud della città di Gerico, di lasciare le loro case, in attesa della demolizione.

Le forze israeliane hanno concesso alle famiglie palestinesi un periodo di tre settimane per lasciare le loro case.

Le case in questione appartengono ai cittadini palestinesi Mousa Karshan, Ali Karshan, Mamdouh Karshan, Yousef Karshan, Met’eb Karshan e Nayef Karshan. Coprono aree che vanno dai 70 ai 150 metri quadrati.

Il Governatore di Gerico e della Valle del Giordano, Jehad Abu al-Asal, ha affermato che la misura fa parte del progetto israeliano di imporre un nuova realtà nei Territori palestinesi occupati e di deportare con la forza la gente del posto, a favore di progetti coloniali, come è avvenuto con il villaggio Khan al-Ahmar.

Il governatore ha invitato la comunità internazionale e le istituzioni per i diritti umani a far pressione urgentemente sull’occupazione israeliana per fare marcia indietro sui suoi ordini di demolizione e frenare la sua attività coloniali.

Israele si rifiuta di permettere qualsiasi costruzione palestinese nei Territori che occupa, come parte di un ampio piano di pulizia etnica. Ciò ha costretto molti palestinesi ad intraprendere la costruzione delle proprie case senza avere i permessi necessari, al fine di proteggere le loro famiglie.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag:

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"