Striscia di Gaza: il bilancio della guerra israeliana in corso è di 53 morti e oltre 450 feriti

Anonymous Palestine - Twitter Gaza-Quds Press e Imemc.

La giornata di mercoledì ha portato a 53 morti e 450 feriti il bilancio della carneficina israeliana contro la Striscia di Gaza.

L’esercito israeliano prosegue nel suo piano stragista, uccidendo altri 20 palestinesi, compresi bambini e donne, e ferendone a decine.

Madri, bambini, fatti a pezzi, in un’altra operazione criminale sionista, che dall’escalation in corso, sembra avviarsi sul sentiero di Piombo Fuso, nell’inverno 2008-2009. Fu un genocidio. Uno della lunga serie compiuta dallo stato più canaglia, e impunito, del mondo.

L forza aerea israeliana ha compito il sobborgo Sabra, a Gaza, uccidendo un giovane di 22 anni, Mohammad Khaled an-Nimra.

Qualche ora prima, un bambino di 18 mesi, Mohammad Malika, è stato ucciso insieme alla sua mamma, Amna, di 27 anni, durante un bombardamento contro delle abitazioni, a al-Tuffah, a Gaza.

A Beit Hanoun, nel nord della Striscia, un’altra mamma, Sahar Hamdan al-Masry, di 40 anni, e il figlio adolescente, Ibrahim, di 14 anni, sono stati uccisi da un missile che ha colpito la loro casa.

……………………………………….

011

Striscia di Gaza: il bilancio della guerra israeliana in corso è di 35 morti e oltre 300 feriti

Nella notte di mercoledì 9 luglio, l’aviazione da guerra israeliana ha colpito la Striscia di Gaza con 160 incursioni aeree contro 430 obiettivi – tra cui abitazioni con civili all’interno.

Oggi, mercoledì, sono stati uccisi 12 palestinesi.

Il bilancio dei bombardamenti di questi giorni è di 35 morti e oltre 300 feriti.

Fonti mediche palestinesi hanno ferito che martedì sono state uccise 24 persone, mentre oggi, mercoledì, i morti sono 7.

La maggior parte delle vittime sono civili – famiglie – e molti bambini.

Un bombardamento contro Beit Hanoun, nella Striscia di Gaza settentrionale, ha ucciso un comandante delle Brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, i suoi genitori, una donna e due bambini.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"