Valle del Giordano: sfrattate decine di famiglie palestinesi

Gerico – Pal-Info. Il Centro legale per gli aiuti e i diritti umani di Gerusalemme ha riportato l'invio da parte d'Israele di decine di ordini di demolizione alle famiglie palestinesi della Valle del Giordano, anche nota come la regione di al-Aghwar.

Il Centro ha infatti spiegato, in una dichiarazione pubblicata martedì scorso, che Israele ha concesso 24 ore per lasciare le case prima dell'arrivo dei bulldozer. Le famiglie non hanno così avuto modo di fare ricorso in tribunale per intraprendere azioni legali.

Anche 40 famiglie nomadi hanno avuto ordine di lasciare subito l'area di al-Farisiya, a nord della Valle del Giordano, pur vivendo lì da decenni. Testimoni oculari locali hanno riferito ieri mattina di aver visto le truppe israeliane e le livellatrici cominciare a distruggere le loro case.

Il Centro ha inoltre ricordato che altre 13 famiglie palestinesi di al-Hadidiya, quartiere della cittadina di Tubas, ricevettero dieci mesi fa notifiche che imponevano loro di evacuare l'area per fare spazio alle ruspe.

Le azioni, sottolinea l'associazione, rientrano nel progetto israeliano di ripulire etnicamente la zona – classificata come area C dagli accordi di Oslo – dei suoi abitanti nativi, e di costringerli a trasferirsi in enclave isolate simili a quelle che esistevano in passato nel Sudafrica dell'apartheid.

I testimoni hanno anche riportato che un ingente numero di militari stava circondando anche le case dell'area di Ras al-Ahmar, dove i bulldozer stavano abbattendo gli edifici ad uno ad uno, e hanno annunciato che, dato il grande numero di abitazioni colpite dagli ordini militari, si avranno presto dei trasferimenti di massa.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"