‘Abbas e Barak si sono incontrati ad agosto per valutare una ripresa dei negoziati

An-Nasira (Nazareth) – Agenzie, InfoPal. Da ambienti di governo dell'Autorità palestinese (Anp) è emersa la notizia di un incontro svoltosi a fine agosto scorso – nel corso dell'escalation di aggressioni israeliane contro la Striscia di Gaza* – tra il presidente Mahmoud 'Abbas e il ministro della Difesa di Israele, Ehud Barak.

Al centro della riunione, la ripresa dei negoziati.

Amos Gilad, responsabile di sicurezza presso il ministero israeliano, ha giustificato la presenza del proprio ministro all'incontro con 'Abbas con l'intenzione politica di impedire che gli eventi sul campo potessero precipitare. Per Israele, una ripresa dei negoziati allontanerebbe lo spettro del voto per lo Stato palestinese. E' opinione comune in Israele che la mossa politico-diplomatica sarà dannosa per i palestinesi.

Ieri sera, intanto, la sede del governo di Ramallah ha accolto intellettuali e accademici israeliani i quali si sono espressi a sostegno del voto all'Onu.

Nel mese appena conclusosi, altri incontri avevano avuto lo stesso scopo per i politici israeliani, da 'Amman a Roma, da Parigi a Londra.

L'agenzia palestinese “Ma'an News” scrive oggi che “rispondendo ai membro del Consiglio rivoluzionario di Fatah, 'Abbas aveva giustificato quell'incontro con l'esplicita richiesta giunta da Barak, il quale aveva premuto per incontrarsi ad 'Amman al fine di rivedere i negoziati dopo un anno di feroce espansione israeliana con gli insediamenti”.

Per esponenti di Fatah nessuna conclusione è stata raggiunta nella riunione e nessun commento è stato fatto da ambienti del ministero israeliano in questione.

L'Agenzia palestinese “Wafa' News Agency” aveva riportato ieri la notizia secondo la quale, “il premier israeliano Benyamin Netanyahu si è detto pronto ad andare a Ramallah, ancora una volta per ripristinare i negoziati e impedire il voto Onu”.

Rivolgendosi alla stampa araba, Ofir Gendelman, portavoce del premier israeliano, ha confermato le dichiarazioni di Netanyahu rilasciate durante un incontro con il premier del Belgio Yves Leterme nella sua casa ad al-Quds (Gerusalemme).

* 27 palestinesi furono uccisi e cento feriti, tra le vittime anche alcuni leader della resistenza palestinese.

http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=417877 

http://english.wafa.ps/index.php?action=detail&id=17224

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.