Ahmadinejad: l’Iran può competere con Israele e con l’Occidente

Cairo – Ma'an/Reuters. Gli Stati Uniti temono il crescente potere militare dell’Iran perché attualmente può competere con Israele e con l’Occidente, ha detto il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad in commenti riportati da un quotidiano egiziano lunedì.

Rispondendo ad un atteggiamento sempre più duro da parte degli Stati Uniti e Israele verso Teheran, Ahmadinejad ha accusato Washington di inventare cospirazioni per screditare l’Iran e seminare il disaccordo con la vicina Arabia Saudita.

“Sì, abbiamo capacità militari che sono diverse da quelle di qualsiasi altro paese della regione”, così il quotidiano egiziano Al-Akhbar cita Ahmadinejad. “L’Iran sta migliorando in capacità e in progresso, perciò possiamo competere con Israele e l’Occidente, specialmente gli Stati Uniti”.

“Gli Usa temono le capacità dell’Iran”, ha detto al giornale. “L’Iran non permetterà (a nessuno di compiere) alcuna mossa contro di lui”.

I governanti iraniani negano le accuse per cui starebbero cercando armi nucleari e hanno avvisato che risponderanno a qualsiasi attacco colpendo gli interessi israeliani e americani nel Golfo.

Il supervisore nucleare dell’Onu, l’Aiea, dovrebbe emettere questa settimana il suo rapporto più dettagliato ancora in fase di ricerca in Iran, che lo vede come attrezzato per lo sviluppo di bombe atomiche.

Alcune delle scoperte del rapporto, divulgate dal quotidiano americano The Washington Post, mostrano che l’Iran ha padroneggiato le fasi critiche necessarie per costruire armi nucleari, ha riportato domenica il giornale.

Il rapporto fornirà i dettagli di un chiaro programma segreto di ricerca più ambizioso, più organizzato e più riuscito di quanto normalmente si sospettasse, dice il Washington Post.

Teheran nega di volere testate atomiche, dicendo che sta arricchendo l’uranio solo per alimentare i reattori che generano elettricità.

“È Israele che possiede circa 300 testate nucleari. L’Iran vuole solo la capacità nucleare per mezzi pacifici”, ha detto Ahmadinejad, accusando Washington di accomunare l’Iran alla Siria, al movimento islamista di Hamas che governa Gaza, e a Hezbollah in Libano.

Gli Usa dipingono i quattro come “l’Asse del Male per salvare l’entità sionista (Israele). Ma i sionisti sono destinati a smettere di esistere” ha detto.

Rispondendo all’asserzione americana per cui l’Iran sarebbe coinvolto in un complotto per uccidere l’ambasciatore saudita a Washington, Ahmadinejad ha detto: “l’Iran è lontano dal pensare di commettere tali crimini, ma gli Usa stanno inventando continuamente cospirazioni contro l’Iran”.

“Gli Stati Uniti temono l’amicizia tra noi e l’Arabia Saudita, perciò fomentano i disaccordi”, ha detto. “Per fermare gli Usa sul loro percorso dobbiamo approfondire gli elementi di amicizia… Siamo pronti per questo e la relazione tra i sauditi e l’Iran esiste già e non è stata interrotta”.

Traduzione per InfoPal a cura di Giulia Sola

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.