Al-Malki: 'Stiamo studiando la possibilità di portare i capi di Hamas davanti alla giustizia'.

Ieri, Riyad al-Malki, il ministro dell’informazione nel governo Fayyad, ha dichiarato che il suo governo sta studiando la possibilità di presentare i capi di Hamas e membri delle Forze Esecutive alla giustizia fino a quando la Striscia di Gaza tornerà alla normalità.

In un discorso alla televisione governativa "Filastin", Al-Malki ha chiarito che i dirigenti di Hamas, sia all’interno sia all’esterno, verranno presentati alla giustizia, e ha spiegato che il governo è "in possesso delle liste dei nomi delle Forze Esecutive che eseguono le direttive di Hamas e commettono ogni giorno ‘massacri’ contro i cittadini".

E ha aggiunto che tali processi si svolgeranno "nell’ambito della giustizia e del diritto internazionale, perché quanto sta succedendo può essere definito come ‘crimine di guerra e contro l’umanità’. Il governo (di Ramallah, ndr) sta studiando la legge palestinese, e si rivolgerà ai internazionali per le questioni non tutelate dalla legislazione palestinese. Il governo avvierà le pratiche necessarie per affrontare questo problema dopo aver sentito il parere dei legali".

Al-Malki ha confermato che, dalla presa di potere di Hamas nella Striscia, il suo governo ha assunto la responsabilità su tutta l’area e "opera per rafforzarla contro il ‘regime militare fascista’".

E per documentare "quanto sta succedendo, al-Malki ha chiarito che il suo governo ha formato una commissione guidata dal ministro della giustizia, con la partecipazione del ministero dell’informazione, per seguire le violazioni che si stanno commettendo nella Striscia. Questa commissione documenterà le informazioni che arrivano ogni giorno per perseguire gli esecutori dei crimini, quando arriverà il momento giusto".

Al-Malki si domanda il motivo che impedisce alle organizzazioni dei diritti umani di  documentare quanto sta accadendo nella Striscia di Gaza, e del perché "stiano zitte e non emettano più comunicati come hanno sempre fatto con le violazioni commesse dall’Anp".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.