Ambulanza con madre partoriente fermata a lungo presso checkpoint.

Al checkpoint di Alezariya, nei pressi di Gerusalemme, le truppe di occupazione israeliane hanno negato la lungo l’accesso a un ambulanza palestinese che trasportava una donna incinta con fortissimi dolori da parto, mettendo a repentagli la vita della mamma e del nascituro.

L’autista dell’ambulanza ha spiegato che quella di fermare i soccorsi alle partorienti è una pratica militare israeliana consolidata: molte donne sono costrette a partorire nel tragitto. Frequenti sono i casi di morte di mamma e bimbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.