Appello dell'Organizzazione 'Friends of Humanity international': una famiglia palestinese in gravi difficoltà all'aeroporto di Dubai.

Appello dell’organizzazione “FRIENDS OF HUMANITY INTERNATIONAL / HUMAN RIGHTS ORGANIZATION”: una famiglia palestinese in gravi difficoltà all’aeroporto di Dubai.  

La mamma è ferita alla testa e ha 4 bimbi, il più grande dei quali ha 11 anni. 

Dal 7 giugno, la famiglia palestinese in viaggio da Baghdad si trova ferma all’aeroporto di Dubai 2 e a casa di amici, negli Emirati Arabi, a causa della scadenza del visto per gli EAU.

Il padre è il rifugiato Ra’fat Mosa Ahmad Khader Al-Jamal

La madre è Faten Ahmad Mahmoud Al-Jamal

I figli:

Ahamd Ra’fat:  11 anni  

Sora Ra’fat:  9 anni

Hiba Ra’fat:  3 anni

Naba’a Ra’fat:  8 mesi

Paese di residenza: quartiere Baladiyat – Baghdad / Iraq

A seguito dell’attacco missilistico contro il complesso di Baladiyat, a Baghdad, il 19 ottobre 2006, la famiglia Al-Jamal ha iniziato a cercare i mezzi per assicurare l’assistenza medica per la mamma, Faten, le cui ferite richiedono un’operazione chirurgica per rimuoverle un frammento di missile conficcato nella nuca.

Non riuscendo a trovare cure appropriate per la ferita, in Iraq, a causa della povertà in cui si trova la famiglia, si sono recati negli Emirati Arabi Uniti con un visto valido per tre mesi, nella speranza di poter ottenere i soldi per l’operazione presso l’ambasciata palestinese e associazioni di carità. Tuttavia, tutti i tentativi sono falliti e il visto è scaduto.

La famiglia si è dunque diretta all’aeroporto di Dubai 2 per far ritorno in Iraq per scoprire con sorpresa che le linee aeree irachene rifiutano di farli salire sull’aereo sebbene abbiano i biglietti di ritorno. Il pretesto è che agli Arabi non è permesso entrare in Iraq.

La famiglia ha ricevuto un secco rifiuto dall’ambasciata irachena ad Abu Dhabi a ottenere il permesso di entrare in Iraq nonostante essi possiedano un documento di viaggio iracheno valido garantito ai rifugiati palestinesi dalle attuali autorità irachene.

Friends of Humanity International esprime la propria preoccupazione per il peggioramento delle condizioni di saluti della signora Faten Al-Jamal e rivolge un appello alle coscienze di tutti gli individui e di tutti i governi affinché si mobilitino per salvare questa famiglia e fornire le cure necessarie alla mamma e per garantire un rifugio e una vita decente alla famiglia.

Per prestare aiuto alla famiglia con cure mediche o permessi di viaggio, per favore, chiamare il n. 00971507729781

O scrivere a: abo_bssam25@hotmail.com 

Vienna, 28 giugno 2007

FRIENDS OF HUMANITY INTERNATIONAL / HUMAN RIGHTS ORGANIZATION
Hirschstettnerstrasse 19-21/D00, 1220 Vienna, Austria

 Tel : 0043 1 2028501

 Fax: 0043 1 2028547

www.friendsofhumanity.info
E-mail:
mfi.info@aon.at

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.