Arresti e perquisizioni in diversi parti della Cisgiordania.

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno invaso la città di Tubas, nel nord della Cisgiordania, e hanno arrestato un palestinese.

Forze dell’esercito di occupazione hanno attaccato la città sparando all’impazzata utilizzando proiettili, gas lacrimogeni e bombe al suono. Hanno arrestato il cittadino Nader Mahmud Mustafa Sawaftah, 36 anni, dopo aver perquisito la sua casa e danneggiato gli interni.

I militari hanno arrestato anche un giovane della cittadina al-Shawawrah, a est della provincia di Betlemme.

Diverse vetture militari hanno invaso la cittadina, assaltando diversi quartieri. Le forze di occupazione hanno circondato la casa del cittadino Taleb Salem al-Deraawi perquisendola e danneggiandola. Hanno poi arrestato il figlio Ahmad, di 18 anni.

Un vasto spiegamento di soldati israeliani ha invaso il campo profughi di Balata e la cittadina Taal, vicino a Nablus, facendo irruzione in divese case, tra cui quella di Imad Mahmud Qasem Yamin, Khaled Yaqub. I soldati hanno perquisito le abitazioni in maniera selvaggia.

Il campo profughi di Balata, a est della città, è stato assaltato da forze israeliane che hanno sparato all’impazzata e lanciato bombe al suono.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.