Assalti nella prigione di Nafha. Feriti 10 detenuti palestinesi

Gaza- Al-Quds.com, InfoPal. Mercoledì scorso avevano proclamato lo sciopero della fame fino al giorno successivo, giovedì 1° dicembre. I detenuti palestinesi nella prigione israeliana di Nafha hanno voluto così protestare contro le punizioni e gli assalti contro di essi da parte dell'amministrazione carceraria israeliana.

L'associazione Wa'ed per i prigionieri sostiene che l'accaduto, vere e proprie aggressioni fisiche contro detenuti, non si riportavano da lungo tempo con la brutalità usata ieri dagli israeliani.

In reazione allo sciopero indetto dai prigionieri palestinesi, ufficiali carcerari israeliani hanno preso d'assalto le celle. Nella sezione 11 è stata tagliata la corrente elettrica e, per il secondo giorno consecutivo, sono state serrate le porte vietando ai prigionieri di uscire, mentre 8 detentui palestinesi sono stati confinati all'isolamento.

'Abdallah al-Qandil, addetto all'informazione per Wa'ed, avverte su quanto accade nelle prigioni israeliane alla luce della prossima fase di scambio dei detenuti e informa che i prigionieri palestinesi sono determanati a chiedere il rispetto dei prorpi diritti.

“In dieci sono rimasti feriti negli assalti di ieri mattina”, lo conferma il ministro per gli Affari dei Prigionieri, 'Isaa Qaraqe', che torna a chiedere fermezza nel pretendere da Israele legalità all'interno delle carceri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.