Az-Zahar non nega l’ipotesi che possa essere ucciso da 'collaborazionisti' palestinesi al soldo di Israele.

Dott. Mahmud Az-Zahar, dirigente di spicco del movimento di resistenza islamica Hamas non nega l’idea che possa "essere ucciso da mani traditrici palestinesi che lavorano direttamente con l’occupazione israeliana".

Az-Zahar ha spiegato che l’auto della polizia, in sosta davanti alla porta della sua casa per proteggerlo, fatta saltare in aria era "un tentativo per colpirmi personalmente".

Per quanto riguarda la possibilità che possa essere eliminato per mano palestinese, Az-Zahar ha affermato: “Ci sono persone che lavorano direttamente con Israele”.

E ha proseguito “Conoscevano i miei movimenti. Ci sono ‘collaborazionisti’ a diversi livelli tra il popolo palestinese – basso, alto, povero, ricco. Ci sono grandi infiltrazioni: nessuno smentisce, perché il lungo periodo di occupazione ha giocato un ruolo sulla piazza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.