Bardawil: la presidenza del governo spetta a Hamas. No a un governo tecnico e no al riconoscimento di Israele.

Dal nostro corrispondente.

Il portavoce del blocco parlamentare di Hamas “Riforma e Cambiamento”, Al-Bardawil, ha dichiarato che “il popolo palestinese ha bisogno di un governo politico perché sta attraversando una lotta di liberazione contro l’occupazione israeliana”, e che”il problema vero sta nell’occupazione e non nella professionalità del governo palestinese”.

Bardawil ha aggiunto: "Non è il momento di parlare di un governo tecnico perché stiamo dirigendo un’operazione di liberazione. Il prossimo governo palestinese dovrebbe essere un governo rappresentativo di tutte le fazioni nazionali".

Per quanto riguarda la possibilità del governo di Hamas di lasciare la presidenza del Consiglio, il portavoce sostiene che si tratti di una “follia politica che rifiutiamo”. E ha insisto sul fatto che “il movimento Hamas non potrà mai lasciare questo incarico datogli dal popolo palestinese nelle elezioni politiche del 25 gennaion scorso”.

E ha aggiunto: “Hamas sta seguendo il programma politico per cui è stato eletto – che combina tra resistenza e lavoro politico -. Se ci fosse una personalità indipendente che si colloca su questa linea e che accetta Hamas, allora potrà formare il nuovo governo. Le possibilità, in questa fase, sono la formazione di un governo di unità nazionale che risponda all’Accordo raggiunto tra le forze politiche nel gennaio scorso, che specifica il non riconoscimento della legalità dell’occupazione israeliana”.

Per quanto riguarda le condizioni poste a livello internazionale, secondo cui qualsiasi governo palestinese deve collaborare e riconoscere Israele, Bardawil ha sottolineato che “questo non avverrà mai”. E ha aggiunto che Israele è una forza di occupazione e che, in quanto tale, non ha bisogno di essere riconosciuta dagli arabi.

“Le ripetute richieste di riconoscimento di Israele – ha spiegato – sono da rifiutare, perché Israele cerca di distruggere la causa palestinese obbligando Hamas a riconoscerla per poter togliere ogni speranza al popolo palestinese dicendo ‘la vostra ultima forza di resistenza ci sta riconoscendo’. Questo non accadrà mai”.

Ha aggiunto che l’amministrazione Usa ha informato il presidente dell’Anp Abu Mazen del suo assoluto rifiuto alla formazione di un nuovo governo palestinese legato all’Accordo sul Documento dei Prigioneri firmato a fine giugno.

Il portavoce ha poi fatto gli auguri per l’incontro della dirigenza di Fatah a Amman volta alla discussione sulla formazione di un governo di unità nazionale.

Per quanto riguarda la proposta di Abu Mazen di indire nuove elezioni legislative nel caso falliscano le trattative tra le varie fazioni, Bardawil ha sottolineato che “Hamas rifiutia questo invito in quanto inaccettabile” e esclude che il presidente Abbas possa realizzarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.