Bardawil: litigi utili tra Israele e Occidente

Gaza – Ma'an. I diplomatici arabi e palestinesi devono approfittare delle divisioni tra Israele e l'Europa per incoraggiare gli stati dell'UE a negare ogni favore allo Stato israeliano e all'occupazione: lo ha sostenuto ieri il leader di Hamas Salah Bardawil in un comunicato.

Le sue dichiarazioni sono seguite all'annuncio da parte del Regno Unito di una prossima revisione del proprio accordo con Israele sugli armamenti. La decisione s'inserisce nel contesto dell'espulsione di un ambasciatore israeliano che Londra ritiene sia coinvolto nella falsificazione di alcuni passaporti, usati due mesi fa dal Mossad per entrare negli Emirati Arabi e assassinare un altro leader di Hamas.

L'Unione Europea ha annunciato a sua volta, all'inizio di questo mese, che i beni esportati da Israele e prodotti nelle colonie non saranno inclusi negli accordi commerciali tra le due entità governative; tuttavia, un recente incontro tra i ministri degli Esteri degli Stati membri ha deciso di approvare un accordo sulla maggior integrazione del commercio di alcuni prodotti industriali. 

“Nonostante stiano emergendo lentamente – ha commentato Bardawil – questi sviluppi riflettono una crescente consapevolezza da parte dell'Europa riguardo alla realtà dell'occupazione israeliana, e mostrano quanto sia pericoloso ottenere la pace e la stabilità non solo in Medio Oriente, ma nel mondo intero”.

Il leader palestinese ha riservato parole di speranza anche nei confronti di una svolta nelle relazioni tra Stati Uniti e Israele, affermando che Washington potrebbe riconsiderare il suo sostegno a Tel Aviv per evitare di danneggiare gli altri suoi interessi in Medio Oriente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.