Blair: a Gaza per osservare la difficile vita dei palestinesi.

Gaza – Infopal. L’inviato speciale del Quartetto per il Medio Oriente Tony Blair, oggi alla sua seconda visita alla Striscia di Gaza, ha incontrato il dott. Yasser Allowadia, rappresentante delle “Personalità indipendenti per la riconciliazione” e uomo d’affari, insieme a diversi funzionari delle Nazioni Unite. L’incontro ha avuto luogo nel quartier generale dell’Onu a Gaza, alla presenza di John Ging, capo delle operazioni dell’Unrwa nella zona.
  
“Sono tornato a Gaza per osservare in modo diretto la situazione, e la difficile vita dei palestinesi che vivono qui”, ha dichiarato Blair, che ha aggiunto: “È molto importante portare avanti l’interesse sulla situazione umanitaria di Gaza (…) Ad esempio, bisogna occuparsi della ricostruzione degli edifici residenziali e allo stesso tempo delle infrastrutture, della rinascita del settore privato e dello sviluppo dell’economia a Gaza”

Blair ha poi pronunciato parole di speranza per i palestinesi, affermando che “bisogna assicurarsi che esistano prospettive per il futuro di due stati”, e suggerendo che la soluzione migliore sarebbe quella della Road Map, approvata nel 2003 ma rimasta ancora in sospeso.

Da parte sua, Allowadia si è detto soddisfatto dell’incontro con Blair, “avvenuto in un’atmosfera positiva”, nella quale “abbiamo avuto uno scambio di opinioni politiche sui problemi di attualità, oltre che sul ruolo del settore privato nella Striscia di Gaza”.

Allowadia ha poi aggiunto che la delegazione palestinese ha informato Blair sui danni causati dalla guerra israeliana nella regione, sulla distruzione di diverse aree e sulle conseguenze che tutto ciò sta ancora avendo sullo sviluppo civile, industriale ed economico. Ha inoltre citato il punto di vista del Quartetto – così com’è stato esposto da Blair – sulla necessità d’impedire un ulteriore peggioramento della situazione umanitaria a Gaza, specialmente in un momento in cui ognuno sta lavorando per la stabilità e la tranquillità.

L’incontro, secondo Allowadia, ha quindi segnato un passo importante verso la rottura dell’assedio, che pesa sulla Striscia da quasi tre anni.

Nessun funzionario di Hamas è stato incontrato da Blair durante la sua visita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.