Bufale nel web: per non dimenticare la sofferenza ebraica e… per ricordare quanto sono pericolosi i musulmani.

Riceviamo e pubblichiamo.

Da qualche anno piroetta sul web un documento che invita a riflettere sui rischi connessi alla rimozione della Shoah dalla memoria collettiva. In particolar modo si viene “informati” che la Gran Bretagna ha modificato i piani di studio scolastici riguardanti le persecuzioni naziste nei confronti degli ebrei, tale riforma sarebbe stata applicata per non offendere la comunità islamica inglese che, guarda un pò, non crederebbe nella Shoah.
Vi si legge infatti : «…. il Regno Unito ha rimosso l’Olocausto dai piani di studio scolastici poiché “offendeva” la popolazione musulmana, che afferma che l’Olocausto non è mai esistito…»

Il governo inglese non ha mai proposto, né approvato, alcuna riforma dei programmi di insegnamento che preveda l’eliminazione della storia dell’Olocausto dal curriculum scolastico. 

La circonvoluzione telematica del documento  si intensifica nei giorni che precedono la commemorazione olocaustica. Apparentemente vorrebbe essere una iniziativa importante e lodevole ma in realtà il testo ha ben altro scopo.

In qualità di rappresentante in Italia dell'European Muslim Network posso garantirvi  che la motivazione che il documento  adduce è falsa  e richiederebbe, viceversa, una fortissima presa di distanza da parte di tutti. Mai la comunità islamica in Gran Bretagna ha sollecitato una tale riforma e mai il Regno Unito ha modificato alcunché. Con manipolazioni fittizie e pretestuose, queste notizie (non è l'unica) alientano le divisioni religiose e promuovono un'immagine dell’Islam sbagliata e aggiungo, profondamente ingiusta. Nelle settimane scorse ho interpellato amici del “The Muslim Council Of Britain” (http://www.mcb.org.uk/)  che conosco bene in quanto componenti anch'essi del Network sopra citato e mi hanno informato che in Gran Bretagna la bufala svolazza dal 2007, inoltre, mi è stato consigliato di far notare l'assenza di fonti, la mancanza di dati su come tali “piani di studio” siano stati modificati, da chi, come e quando.  Sotto la copertura dell’Olocausto che può facilmente ottenere la simpatia di tutti (vecchio trucchetto da mezzi populisti), contribuisce a diffondere l’idea che i musulmani vogliano sovvertire i “valori” europei. 
Sarebbe interessante conoscere il “creatore” di simili iniziative. Il web è una bella cosa, però credo sia opportuno imparare a leggere fra le righe ed a valutare le fonti. Come i media anche il web è veicolo di manipolazione e falsità. Invito pertanto tutti coloro che hanno ricevuto o ricevessero la mail ad interrompere la Santa Catena di Giacobbe & company  e inviare una nota di correzione al mittente, al fine di mettere fine alla circolazione di un messaggio che, dietro una parvenza antidiscriminatoria e antirazzista, è in realtà una forma di alimentazione dei pregiudizi razziali e religiosi.
 
Elvio Arancio, European Muslim Network

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.