Campo profughi di Balata: cecchino israeliano uccide ragazzo di 16 anni.

Dal nostro corrispondente.

Ieri sera, è stato ucciso un adolescente e ferito il fratello durante un’incursione delle Forze Speciali israeliane contro il campo profughi di Balata, a Nablus.

Ibrahim Muhammad Sanaqreh, 16 anni, è stato colpito da un cecchino israeliano mentre cercava di prestare soccorso a suo fratello, Ahmed Sanaqreh, 19 anni, gravemente ferito da proiettili israeliani. Il giovane stava cercando di piazzare un congegno esplosivo vicino al Cimitero dei Martiri, nel campo profughi. I due fratelli erano attivisti delle Brigate di Al-Aqsa, ala militare di Fatah.

Testimoni oculari hanno riferito che l’attacco israeliano è iniziato alle 10 di sera: forze speciali hanno fatto irruzione nel campo profughi e hanno occupato numerose abitazioni.

Militari israeliani hanno fatto irruzione nella casa di Mohamed Rashid ‘Anab, 33 anni, che si trova a fianco di quella della famiglia Al-Sanakreh, si sono appostati e hanno sparato a Ibrahim e a suo fratello Ahmed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.