Cisgiordania, 29 palestinesi sequestrati dall’esercito israeliano.

 

Cisgiordania. All’alba di quest’oggi, 4 febbraio, militari israeliani hanno sequestrate 29 palestinesi “ricercati” in diverse parti della Cisgiordania.

Sette nella provincia di Qalqilia, uno a Jenin, tre a Ramallah, otto a Betlemme e dieci ad al-Khalil (Hebron), tutti condotti nei centri di polizia per interrogatori.

Ad al-Khalil, nove palestinesi sono stati condotti con la forza fuori dalle loro case e poi rapiti. I loro familiari sono stati trattenuti sotto la pioggia, mentre i soldati perquisivano e danneggiavano le loro case.

Un residente palestinese è stato sequestrato nella città vecchia di al-Khalil.

Un altro è stato rapito a  Kufur Ra’ey, a Jenin, dopo una perquisizione in casa sua.

Inoltre, fonti militari israeliane affermano che una bomba molotov è stata scagliata contro un posto militare israeliano vicino Beit Ommar, a nord di al-Khalil.

Infine, anche la zona di al-Farahin, vicino Khan Younis, nella zona sud della Striscia di Gaza, è stata invasa, e qui gli israeliani hanno danneggiato terre agricole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.