Cisgiordania, le forze di occupazione israeliane proseguono la campagna di arresti.

Cisgiordania – Infopal. Le forze di occupazione israeliane, all’alba di oggi, hanno invaso le due cittadine di al-Araqa e Zabuba, e hanno setacciato la zona intorno a Silah al-Harithiyah, a ovest di Jenin.

Fonti di sicurezza palestinesi hanno riferito che le forze di occupazione hanno invaso al-Araqa e Zabuba, hanno installato delle trappole, hanno setacciato la zona con le volanti e hanno lanciato bombe al suono.

Analoghe operazione sono state eseguite a Silah al-Harithiyah.

Arresti. Parallelamente, sempre all’alba di oggi, a Taqqu, a sud di Betlemme, in Cisgiordania, l'esercito israeliano ha arrestato cinque cittadini palestinesi.

Una fonte di sicurezza a Betlemme ha riferito che un grande spiegamento di truppe ha invaso la cittadina, invadendo diverse abitazioni e danneggiandone gli interni, e arrestando Samed Ali Kuwazba (17 anni), Khalil Kuwazba (18 anni), Faeq Amin Kuwazba (17 anni), Romel Taisir Kuwazba (29 anni), e Mohammad Sayel Kuwazba (20 anni).

Nella provincia di Nablus sono stati arrestati altri 4 cittadini.

Fonti locali hanno riferito che una forza militare ha invaso il campo profughi di Balata nelle prime ore del mattino. Due giovani sono stati sequestrati: Adham Khalil (18 anni) e Mutaz Hashash (20 anni).

Testimoni oculari nel campo profughi hanno riferito che, durante l’invasione, gli elicotteri israeliani hanno sorvolato la zona.

Nella città di Nablus, un contingente militare ha arrestato Taisir al-Sayeh (18 anni), residente nel quartiere al-Makhfiyeh, e Abdelaziz Khaled, della cittadina di Beit Furiq.

La notte scorsa, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 26 cittadini palestinesi nelle diverse province della Cisgiordania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.