Clamorosa smentita: gli 8 membri della sicurezza palestinese sono stati uccisi da un bombardamento israeliano. Hamas e medici confermano.

Da www.palestine-info.info, dal nostro corrispondente a Gaza e da altre agenzie di informazioni palestinesi sono giunte clamorose smentite sulle responsabilità del massacro degli 8 membri della sicurezza nazionale palestinese. Rimane la domanda retorica: perché le forze di Fatah hanno subito accusato Hamas?

Il movimento di resistenza islamica Hamas ha condannato con forza la "campagna di disinformazione" promossa dal movimento di Fatah, dagli organi di sicurezza preventiva (Falastin Press) e dalla televisione e radio di Fatah (Falastin) che hanno accusato le Brigate Al-Qassam dell’uccisione di numerosi membri della sicurezza nazionale palestinese.

Il massacro degli 8 agenti della sicurezza, secondo Hamas, è invece da attribuire al bombardamento dell’occupazione israeliana, a ovest della città di Gaza.

Il movimento rifiuta le accuse lanciate dal portavoce della Guardia presidenziale contro le Brigate di Al-Qassam.

Anche i medici che hanno esaminato i cadaveri hanno smentito le affermazioni di Fatah.

Hamas ha chiesto al presidente Mahmoud Abbas di “verificare sempre i rapporti che gli arrivano, e di non cadere nelle trappole e negli interessi personali”, e ha chiesto alla Commissione di proseguimento nazionale e islamica di assumersi la responsabilità per il  "mare di menzogne e furbizie" divulgate.

Il movimento ha aggiunto che “chi sequestra i giornalisti e li ammazza a sangue freddo può inventare storie sataniche nel tentativo di danneggiare l’immagine di chi è pulito”, e ha invitato “tutti i nazionalisti palestinesi e tutte le fazioni a rispondere ai crimini dell’occupzione sionista”.

Nel pomeriggio era giunta questa notizia:

Fonti della sicurezza palestinese hanno reso nota l’uccisione di otto cittadini palestinese a causa di un bombardamento israeliano che ha colpito una jeep della sicurezza nazionale palestinese.
Fonti mediche e di sicurezza palestinese hanno confermato l’uccisione di otto palestinesi a seguito del bombardamento di una postazione e una jeep appartenente alla sicurezza nazionale palestinese , nei pressi del valico di Al-Mintar, a est di Gaza.

Il nono agente era stato ucciso, sempre dalle forze di occupazione, un’ora prima.
Le fonti hanno riferito che il bombardamento israeliano ha provocato un gran numero di feriti. Il personale sanitario ha dovuto raccogliere i pezzi delle vittime sparsi distante l’uno dall’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.