Coloni fondamentalisti e violenti aggrediscono famiglia palestinese.

Hebron – Infopal

Sabato notte, una banda di coloni, appoggiati dall’Esercito israeliano, ha assaltato la zona di Wad al-Hasin, a est di Hebron.

11 cittadini palestinesi sono stati feriti dai coloni, 4 altri sono stati sequestrati dai militari.

Wad al-Hasin si trova vicino all’insediamento illegale di Kiryat Arba, in mano a pericolosi fondamentalisti ebrei violenti e aggressivi.

Su YouTube è possibile scaricare e guardare documentari che testimoniano la violenza e la pericolosità di tali gruppi estremisti ebrei nei confronti della popolazione palestinese.

Testimoni locali hanno riferito che decine di coloni hanno iniziato a lanciare sassi, barre di ferro, bottiglie di vetro contro un’abitazione adiacente al loro insediamento abusivo, quella della famiglia S’efan.

11 palestinesi sono rimasti feriti, compresi 4 bambini. Alcuni sono stati colpiti alla testa con sassi e oggetti di ferro.

I soldati israeliani, come consuetudine, non sono intervenuti per porre fine alla violenza dei coloni, ma anzi, hanno arrestato 4 delle vittime del barbaro linciaggio: Hosni Abu S’efan, 45 anni; Rebhy Abu S’efan, 42; Hisham Abu S’efan, 39; Mahmoud Abu S’efan, 30.

Inoltre, i militari hanno impedito alle ambulanze di prestare soccorso ai feriti, e hanno lanciato lacrimogeni dentro l’abitazione nei mirino degli aggressori.

5.000 coloni integralisti e violenti vivono nelle terre palestinesi di Hebron, assaltando, insultando e aggredendo continuamente gli abitanti, sotto l’ala protettiva e collaborativa dall’esercito israeliano. Di fatto, rendendo prigionieri e sotto permanente minaccia 150.000 cittadini palestinesi, di cui hanno anche in parte occupato l’antica e storica moschea di Ibrahim.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.