Coloni israeliani invadono la tomba di Giuseppe a est della città di Nablus

Nablus – Infopal. La notte scorsa, un gruppo di coloni ebrei ha invaso la tomba di Giuseppe a est della città di Nablus, a nord della Cisgiordania.

Questa mattina, fonti locali hanno riferito che un gruppo di coloni estremisti, sostenuti dall’esercito di occupazione israeliano, ha invaso la tomba e ha praticato al suo interno riti religiosi fino alle prime ore del mattino.

La radio israeliana ha riportato che tra i coloni estremisti erano presenti il deputato Michael Ben Ari, del blocco Unione Nazionale, e numerosi rabbini. Diversi mezzi corazzati dell’esercito avrebbero accompagnato i coloni al momento dell’uscita dalla tomba. Quest’ultima è continuamente esposta all’occupazione da parte di gruppi di coloni estremisti provenienti dalle colonie a sud e a est della città di Nablus.

 

Su un altro fronte, le forze di occupazione israeliane, all’alba di oggi, hanno arrestato tre cittadini palestinesi nella città di Betlemme imputando loro di essere ricercati. Tra gli arrestati c’è il giovane Adli Belha, di 24 anni, residente in centro, in via al-Fawagra.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.